Tivoli: medico ai domiciliari, toccava le parti intime dei pazienti sedati

Gli Agenti della Polizia di Tivoli hanno arrestato stamattina un medico gastroenterologo a Roma al termine di una complessa attività di indagine diretta dalla Procura di Tivoli. Il medico dell’ospedale di Tivoli è accusato di violenza sessuale. Il Gip Aldo Morgigni ha ritenuto sussistenti i gravi indizi di colpevolezza in ordine a numerosi episodi di violenza sessuale.

Le violenze consistevano in toccamenti di parti intime nei confronti di pazienti maschi mentre erano sottoposti a sedazione parziale nel corso di esami specialistici.

Le indagini hanno consentito di individuare le vittime che sono state già ascoltate nei giorni passati.

Il medico – stando alle notizie sull’inchiesta – “esternava con una certa continuità una sua deviazione sessuale in ambito lavorativo”. Stando a quel che hanno accertato gli inquirenti  – “somministrava ai pazienti maschili sedativi in dosi leggermente superiori a quelle previste” in modo da attuare “pratiche masturbatorie attive e passive”.

Dietro autorizzazione del sostituto procuratore Altobelli, la polizia ha collocato telecamere nelle stanze “risveglio” ed “esami” per accertarsi della fondatezza delle segnalazioni ricevute sul delicatissimo caso. Le vittime di reati sarebbero ben quaranta.

 

La nota della Asl

https://www.tiburno.tv/2020/02/22/medico-dellospedale-di-tivoli-agli-arresti-domiciliari-per-violenza-sessuale-ai-danni-di-pazienti-la-nota-dellazienda/?fbclid=IwAR1s3ZmD_HbnVJkvceONEQxE1de_MtuNvCX4ZB8bI21UoV6wdophl77jl-Y