Menu

 

Scusate il ritardo, Massimo Bruni ora rilancia il suo Castrum Monterotondo

castrum-1018
  E’ servita qualche giornata di campionato per mettere a punto il motore ma ora sembra che tutto sia a posto e che il Castrum Monterotondo possa disputare un ottimo campionato in Prima categoria.
Massimo Bruni, allenatore della formazione gialloblĂą, mostra con orgoglio la “manita” con la quale la sua squadra ha battezzato il primo successo di questo campionato. Prima vittoria di questo nuovo campionato con cinque gol realizzati di cui tre nella prima frazione di gioco e marcature tutte con protagonisti diversi, Donato, De Felice, Santarelli, Scarafile e Magurno. C’è n’è abbastanza perchĂ© il tutto faccia notizia: “Si, finalmente abbiamo rotto il ghiaccio – spiega Massimo Bruni – la squadra ha coronato il suo buon gioco con le finalizzazioni giuste. Nelle precedenti tre partite era mancato il gol non la prestazione. Il calcio è anche questo”. L’esame parte dalla prima con il Colle Salaria, persa di misura ma era la prima giornata e si può anche steccare, nella seconda solo un gol nel recupero subito ha impedito al Castrum di conquistare i tre punti e con il Capradosso, formazione di alto profilo, la sconfitta è stata di misura. Ora con il Grotti grande vittoria che fa classifica e morale: “Siamo in una categoria di livello superiore – spiega Massimo Bruni – e di questo occorre tenerne conto. L’asticella si è alzata rispetto al programma che avevamo nella passata stagione. In Prima Categoria ci sono squadre piĂą toste e questa vittoria fa bene perchĂ© ora ci aspetta un mini ciclo impegnativo”. Saranno le gare con il Poggio Nativo e con il Poggio Mirteto a dire se Santarelli e compagni saranno in grado di alzare la mira dei propri progetti: “I ragazzi sono pronti – spiega il mister – in allenamento hanno alzato la qualitĂ  delle giocate, la squadra è unita e omogenea visto che è cambiata poco rispetto alla passata stagione, vediamo ora contro queste squadre forti come reagiremo”. Il Castrum Monterotondo, societĂ  nata da un gruppo di “amici al bar”, sta crescendo. Ora le sfide si fanno piĂą intense e affascinanti ma in fondo a Mischienzi, De Castro, Scarafile, Caleca e tutti gli altri dirigenti era proprio questo quello che volevano dall’anno della fondazione.  
 
di Sergio Toraldo
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING