Menu
vuoto-rossetti

 

Lo sapevi che la Fontana dell’Organo di Villa d’Este emetteva suoni realmente

fontanaCapolavoro dell’arte barocca, patrimonio mondiale dell’Unesco, sito monumentale tra i più visitati d’Italia, questo in estrema sintesi, il profilo di Villa d’Este, simbolo di Tivoli, apprezzato e rinomato anche all’estero.
Non basterebbe un’intera pubblicazione per descrivere i tesori di arte e architettura racchiusi nella Villa che fu di Ippolito II d’Este, figlio di Lucrezia Borgia e Alfonso, duca di Ferrara. A realizzarli, in gran parte, fu l’architetto Pirro Ligorio, operativo all’epoca anche a Roma e nella stessa Ferrara.
Su questa rubrica tratteremo spesso delle meraviglie di Villa d’Este. Cominciamo dalla Fontana dell’Organo, situata nella parte più alta dell’edificio. Progettata anch’essa da Ligorio e costruita nella seconda metà del 1500, la Fontana è inserita all’interno di un edificio dal profilo barocco. Tra le decorazioni e le linee che richiamano alla corrente artistica seicentesca, si stagliano due nicchie con le statue di Apollo e Orfeo, quest’ultima posta in sostituzione di quella di Diana.
Un’ulteriore nicchia, più grande delle altre, è posta al centro. Qui il cardinale Alessandro d’Este, nipote di Ippolito, fece inserire un piccolo tempio, progettato dal Bernini, per proteggere un organo idraulico. Congegno di alta tecnologia, realizzato dal francese Venare, esso funzionava grazie alla caduta dell’acqua circolante all’interno nelle tubature della fontana. L’acqua, condotta in una cavità sotterranea, azionava, per compressione, un getto d’aria che fluiva nelle canne dell’organo. Contemporaneamente, un altro flusso di acqua andava a confluire su un cilindro dentato che urtava i tasti dell’organo. Dalla combinazione dei due dispositivi scaturivano incredibilmente piacevoli melodie sonore, un artifizio unico nel suo genere che non poteva non lasciare esterrefatti i visitatori della Villa, i quali si chiedevano, esterrefatti, se non vi fosse un musicista, nascosto, dietro la Fontana che stesse davvero suonando.
La Fontana dell’Organo, di fatto, emetteva suoni e avrebbe continuato a farlo negli immediatamente avvenire. Successivamente, l’organo rimase muto a lungo. Solo recentemente, grazie ad alcune opere di restauro effettuate a inizio millennio è stato ripristinato anche se la sua operatività non è continua come alle origini.
 Alessandro Bianchi
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING