Menu
vuoto-rossetti

 

Lo sai che Castel Madama deve il suo nome a un’importante donna del Cinquecento

castel madamaAdagiata su un rilievo collinare dei Monti Prenestini che si staglia sulla vallata sottostante lungo la quale scorre il fiume Aniene, con i suoi 8mila abitanti, Castel Madama è uno dei comuni più grandi dell’hinterland tiburtino. 
Ha una storia millenaria Castel Madama che risale all’epoca romana quando le terre empolitane appartenevano alla gens Anicia. Nel medioevo, l’allora Castel Madama era conosciuta con il nome di Castrum Sancti Angeli, in quanto si riteneva che proprio in quelle terre si fosse ritirato, da eremita, San Michele Arcangelo al quale poi venne dedicata l’attuale chiesa patronale. Frequenti furono i conflitti con la vicina Tivoli, tra i quali spicca il Conflitto della Gabella del Passo, scaturito per l’opposizione dei castellani al pagamento di una tassa sui prodotti agricoli che dovevano attraversare le porte di ingresso della città confinante.
Nel 1538, la storia di Castrum Sancti Angeli si intrecciò con quella di  Margherita d’Austria (nota altresì con il nome di Margarita d’Austria). Non era una donna qualsiasi Margherita in quanto figlia dell’imperatore Carlo V. Chi era costui ? Uno dei più grandi regnanti della storia. Basti pensare che, nella prima metà del Cinquecento, Carlo governava su Spagna, Italia settentrionale, Austria, Paesi Bassi e le Terre del Nuovo Mondo appena scoperte, un’estensione territoriale dalla quale scaturì la sua famosa citazione: “Sul mio Impero non tramonta mai il sole.”
In seguito alla morte del marito Alessandro de Medici, nipote dell’allora pontefice fiorentino Clemente VII. Margherita, appena quindicenne, ricevette in eredità il possesso del feudo di Castrum Sancti Angeli prima di risposarsi con Ottavio Farnese, anch’egli vicino alla corte papale in quanto nipote del  pontefice Paolo III. 
Fu un matrimonio non voluto quello tra Margherita e Ottavio, propiziato in base alle alleanze politiche tra potentati assai praticate in età moderna. Addirittura il giorno delle nozze, nella Cappella Sistina, Margherita si presentò vestita a lutto, rivendicando la sua progenie “superiore” a quella dei Farnese.
Nonostante il diniego alle nozze, Margherita si unì ad Ottavio e con lui dimorò, seppur non stabilmente, a Castrum Sancti Angeli, feudo che di lì a poco avrebbe mutato il suo nome. Margherita, infatti, a Roma era conosciuta con l’appellativo di Madama o La Madama, nomignolo dal quale è scaturita anche  la denominazione dell’omonima Villa romana, situata a Monte Mario, anch’essa ricevuta in eredita dal primo marito Alessandro de Medici ed ora sede di rappresentanza della presidenza del Consiglio dei Ministri.
E’ dunque a un’importante donna del Cinquecento che Castel Madama deve il nome che porta ormai da seicento anni. In onore di Margherita, ogni anno nel secondo fine settimana di luglio, viene celebrato il Palio della Regina che rievoca l’ingresso della Madama nel feudo avvenuto nel 1538 con sfilate nei costumi tipici dell’epoca e la tradizionale contesa a cavallo che oppone i quattro rioni della città: Borgo, Castelluccio, Empolitano e Santa Maria della Vittoria.
 Alessandro Bianchi
Ultima modifica ilMartedì, 11 Luglio 2017 16:52
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING