Menu

 

Lo sapevate che ad Anticoli Corrado si trova un pregevole museo d’arte contemporanea

museo anticoliNon solo paesaggi suggestivi, eventi enogastronomici e tradizioni locali, la Valle dell’Aniene è anche storia e cultura. Lo dimostra Anticoli Corrado, comune di circa mille abitanti situato lungo la Via Tiburtina a circa 30 km da Tivoli che ospita, in una delle piazze principali del paese, un Museo Civico di Arte Moderna e Contemporanea tra i più ricchi di opere dell’intera regione.
La fama artistica di Anticoli nasce ai primi dell’Ottocento quando non pochi artisti in visita a Roma e Tivoli per il Grand Tour si imbatterono in questo paese, apprezzandone gli scorci paesaggistici e architettonici poi raffigurati nelle loro opere. Il prestigio di Anticoli rimase intatto anche nel primo Novecento tanto che esso era conosciuto nei dintorni di Roma come il “Paese degli Artisti”. In quel periodo vi soggiornarono tra gli altri il grande Pablo Picasso, il francese Marcel Duchamp e Arturo Martini che vi rimase per tre anni dal 1925 al 1927. La presenza costante di artisti connessa alla mole di opere da essi realizzate in loco spinse due di essi, Riccardo Assanti e Pietro Gaudenzi a promuovere la creazione di una Galleria di Arte Moderna poi inaugurata nel 1935 alla presenza dell’allora Ministro fascista dell’Educazione Nazionale, Giuseppe Bottai.
Quella prima esposizione museale conteneva 64 opere realizzate da artisti che soggiornarono ad Anticoli dalla fine dell’Ottocento. Superata l’inevitabili stasi negli anni della Seconda Guerra Mondiale, il Museo tornò ad arricchirsi di opere pittoriche e scultoree create non solo da coloro che soggiornarono in paese.  In particolare, tra gli anni ’60-’70, il Museo beneficiò della presenza di Rafael Alberti. Quest’ultimo era un poeta spagnolo idealista e rivoluzionario. Costretto a fuggire alla madrepatria in seguito alla dittatura del generale Franco, Alberti soggiornò anche ad Anticoli dove, ispirato dalle opere del museo locale, riscoprì anche una vena pittorica, alternandola a quella poetica.
Attualmente il Civico Museo di Anticoli è ospitato nei locali del palazzetto baronale donato al Comune dal principe Marcantonio Brancaccio. Sono circa 700 le opere pittoriche e scultoree di importanti artisti italiani e stranieri otto-novecenteschi presenti sui due piani sui quali è distribuita la ricca esposizione. Tra queste anche una litografia dell’austriaco Oskar Kokoschka. Il museo è aperto dal martedì al venerdì con orario prolungato nelle giornate di sabato e domenica. Se volete concedervi una gita fuori porta per scoprire posti nuovi, il museo anticolano è davvero il luogo ideale.
 Alessandro Bianchi
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING