Menu
vuoto-rossetti

 

Passione Fuoristrada: da Roma a Pescara per antichi sentieri

giardinoFabrizio Cherubini, 35 enne di Villanova, carrozziere, da poco più di un anno ha scoperto la passione 4x4 e nelle sue uscite con gli iscritti al “Club Fuoristrada Tivoli” ha coinvolto anche la sua dolce metà, Claudia Gavita, 32 enne di Villa Adriana, che lavora come segretaria amministrativa nella sua carrozzeria e con cui è fidanzato da cinque anni. Lei, amante dei viaggi around the world, lui solo di ciò che ruota attorno al mondo dei motori comprese le auto d’epoca. Ha tra le mani diverse vecchie vetture acquistate per essere restaurate e riportate a nuova vita, tra cui una Dino Fiat, la Giulia Sprint e una Jaguar XJ. E’ solo una, però, l’auto che i suoi ricordi d’infanzia gli hanno lasciato nel cuore e che vorrebbe acquistare : l’Alfa 75, l’ultima vettura Alfa Romeo prima dell’era Fiat, chiamata così per festeggiare il 75° anniversario della Casa del Biscione. “Quando da ragazzino la vedevo passare su strada mi ripetevo che un giorno sarebbe stata quella la mia automobile e il desiderio di averla, ancora oggi, non è svanito”.

 fuoristradaFabrizio e Claudia, “da Roma a Pescara per antichi sentieri” Quattro giorni di avventura, tra le bellezze naturali dell’Appennino centrale, lontani dallo stress quotidiano della città e con il piacere di condividere la stessa passione con gli amici del “Club Fuoristrada Tivoli”. Fabrizio e Claudia hanno vissuto per la seconda volta le emozioni della “Roma -Pescara per antichi sentieri” , il raduno nazionale di fuoristrada 4x4 organizzato quest’anno dal 30 maggio al 3 giugno.  “A bordo del nostro Nissan Patrol GR abbiamo percorso in media 160 Km al giorno, attraversando in totale 57 Comuni di due regioni insieme a 225 fuoristradisti provenienti da tutta Italia”, racconta Fabrizio. “La mattina sveglia alle 7, colazione insieme agli amici degli otto equipaggi del nostro club e poi in viaggio con pranzo al sacco fino ad arrivare alla sera stanchi morti ma soddisfatti e divertiti”, aggiunge Claudia in bella posa in questa foto come fuoristradista ormai convinta!

Una passione avvincente nata per caso
DSC01899“Poco più di un anno fa, acquistando un Suzuki Santana da ristrutturare e coinvolto da alcuni amici fuoristradisti, mi è venuta voglia di provare questo tipo di esperienza e da quel momento mi si è aperto un mondo fatto di tanti piaceri messi insieme , quello della guida in circostanze imprevedibili che ti mettono alla prova, l’emozione di essere rapiti dalla natura e dalla sua tranquillità e il piacere di condividere tutto ciò con gli amici, magari concludendo la giornata con la sosta ad un rifugio per una bella braciolata!”: così Fabrizio descrive l’inizio di quella che adesso è diventata una passione avvincente vissuta a fianco della sua fidanzata a bordo di un fuoristrada molto più confortevole, un Nissan Patrol GR nero a cui ha dato il nomignolo di “Cucciolone” . “All’inizio ammetto di aver avuto qualche perplessità – racconta Claudia - non essendo amante della guida in genere, ma poi mi sono lasciata conquistare dalla bellezza degli scenari paesaggistici e dal piacere di ritrovarsi con persone di tutte le età e di qualsiasi estrazione sociale che coltivano questa passione in modo sano e con quella dose di umorismo che rallegra ogni uscita di gruppo”. Come in ogni club , anche tra gli iscritti al “Club Fuoristrada Tivoli” c’è, infatti, spirito di   fratellanza e voglia di divertirsi insieme: “Se qualcuno ha una difficoltà, tutti si adoperano per risolverla e poi lo sfottò nelle conversazioni col baracchino, rende tutto più divertente specie quando si deve “stroppare” qualche jeep andata in panne. Se poi è una Toyota a prestare aiuto ad una Nissan, o viceversa, la presa in giro è scontata!”.  Il rischio dell’avventura 4x4? Sembra minimo anche perché come spiega Fabrizio “i percorsi sono tracciati in strade percorribili aperte al pubblico e nel gruppo c’è sempre il veterano che con la sua esperienza mitiga gli animi dei più spericolati”.
 

Nel Lazio sono 28 i club associati FIF (Federazione Italiana Fuoristrada), tra cui anche il Club Fuoristrada Tivoli che riunisce circa 40 iscritti e che organizza una volta al mese l’uscita sociale che partendo da Carsoli prevede tappe nelle alture della zona passando per località come il Lago del Turano, Campo Rotondo, Morbano e Passo Fioio.

Per ogni “uscita” i club devono rispettare alcune regole tra cui quella di seguire solo itinerari tracciati e darne comunicazione ai Comuni interessati il giorno prima;

La passione del Fuoristrada   se da un alto regala tante emozioni dall’altro ha i suoi costi legati come spiega Fabrizio, sia alla manutenzione del veicolo che deve essere sempre a puntino ai fini della sicurezza dei passeggeri ed efficienza di guida( e richiede perciò una meccanica e pneumatici di un certo livello) sia a tutti gli accessori che completano un equipaggiamento ad hoc come ad esempio telecamera, Gps e Trip. 

Ultima modifica ilMartedì, 16 Giugno 2015 16:27
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING