Menu
vuoto-rossetti

 

Salute: Dieta drastica, una mossa poco saggia

diete-drastiche1Sono tante, anzi  troppe, le persone che  quando decidono di mettersi a dieta lo fanno cercando di perdere tutti i chili in eccesso in tempi record, magari affidandosi a presunti rimedi miracolosi per sentito dire, o peggio, propinati dal web. Forse non sanno, o meglio sottovalutano, che quando il corpo subisce un cambiamento radicale così in fretta, non sempre riesce a gestirlo senza qualche effetto collaterale.Ne parliamo con la Dott.ssa Rosa Lauretta, specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo, membro dell’equipe del moderno Poliambulatorio Sabina Medica di Palombara.
La sua premessa  al riguardo è chiara e andrebbe presa alla lettera: “ l’approccio meno corretto nei confronti della remise en forme - avverte la specialista - è quello di una mission dell’ultimo minuto  da affrontare necessariamente con una dieta ferrea e proibitiva . E’ importante piuttosto scegliere gli alimenti giusti, in dosi moderate,  affrontando un nuovo regime alimentare equilibrato con ottimismo e in abbinamento ad un’adeguata attività fisica, affidandosi a specialisti per indagare eventuali disfunzioni endocrine latenti o manifeste che potrebbero ostacolare il calo ponderale nonostante tutti gli accorgimenti adottati”.
Dottoressa, quali sono i motivi principali per cui è sconsigliato un  dimagrimento veloce?
Il dimagrimento drastico, quello che in media supera i 4Kg al mese, in primo luogo non consente di raggiungere appieno le razioni raccomandate di nutrienti essenziali come sali minerali e vitamine, fondamentali per il nostro stato di salute generale. Per fare un esempio, la carenza di Vitamina C non solo può dare problemi di assorbimento del ferro, ma può alterare l’equilibrio acido-base del nostro organismo. Sottoporsi ad una dieta drastica è debilitante anche per i muscoli , che perdono tonicità e forza, e comporta quasi sempre una disidratazione qualora si escludano dal regime alimentare cibi preziosi quali frutta e verdura (importanti anche per l’apporto vitaminico) come tipicamente avviene nelle diete iperproteiche.
dott.ssa laurettaNon solo frutta e verdura, nei  regimi iperproteici  si escludono totalmente i carboidrati pensando siano la vera causa del peso in eccesso. Che conseguenze comporta una scelta del genere?
Abolire o anche solo limitare drasticamente i carboidrati  (pasta, pane, il riso), che hanno la funzione di coprire il fabbisogno di zuccheri complessi,  potrebbe portare a una riduzione della glicemia, con conseguenti ripercussioni sul benessere fisico generale. Di fronte ad uno stato di ipoglicemia, infatti, nel nostro organismo si innesca un meccanismo controregolatore che fa aumentare il glucagone, ormone  che a sua volta mobilizza il glicogeno presente nel fegato per riportare i livelli di glicemia nella norma e questo non fa altro che sottoporre a stress e affaticamento il nostro fegato.   Senza contare  il sovraccarico per il nostro sistema renale che deve smaltire un eccesso di  azoto derivante dalla trasformazione chimica delle  proteine. Per tutti questi motivi, chi si avvicina a questo tipo di regime alimentare può farlo solo per brevi periodi e sotto stretto controllo medico.
Anche perché    chi segue un regime iperproteico per lunghi periodi sembra destinato a riprendere i chili persi. Ci spiega come mai avviene questo?
Parliamo del tipico effetto yo-yo che rappresenta un tipico effetto collaterale delle diete drastiche in generale. Accade, infatti, che il dispendio energetico non solo comincerà ad intaccare anche la nostra massa magra, ma farà in modo da tarare il nostro organismo ad un metabolismo basale più basso, per cui non appena vengono reintrodotte anche piccole quantità di cibi esclusi, in primis i carboidrati, ingrasseremo di nuovo. Questo meccanismo non fa che peggiorare lo stato mentale di stress che già di per sé accompagna chi ha deciso di sottoporsi a forti privazioni. Anzi, rendersi conto di non aver raggiunto i propri obiettivi in maniera duratura può rappresentare un ulteriore  duro colpo al proprio grado di autostima.
Chiarito che la dieta drastica non è tra le mosse più sagge, c’è anche chi seguendo un’alimentazione equilibrata ed un corretto stile di vita non riesce a perdere peso, quali sono le possibili cause?
Potrebbe dipendere da una funzionalità rallentata della tiroide, nota come ipotiroidismo,  oppure da un’alterata secrezione di insulina da parte del pancreas o ancora da un eccesso di cortisolo secreto dal surrene. Tutte problematiche che ovviamente vanno approfondite  da un medico specialista.
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING