Menu
vuoto-rossetti

 

4 Toccasana per un cuore sempre giovane

cardiologo
 Avere un cuore in buona salute è il primo segreto per vivere una terza età serena e indipendente. Ecco perché la cura del benessere cardiaco dovrebbe diventare un vero e proprio stile di vita il prima possibile, per conservare nel tempo la giovinezza di questo organo vitale. Ne parliamo con il Dottor Pasquale La Prova (in foto), cardiologo e medico sportivo, membro dell’equipe di specialisti  del Poliambulatorio Sabina Medica. Abbiamo riassunto i suoi preziosi consigli in  4 toccasana che, combinati insieme sono un’ottima ricetta da tenere sempre a mente, a maggior ragione durante la terza età, periodo in cui la lotta per mantenere il nostro copro vigoroso si fa (inevitabilmente) più dura. 
aperturaFare attività fisica: E’ la pigrizia il primo killer silenzioso e spietato da cui   tenersi alla larga. Muoversi non significa per forza iscriversi in palestra! È stato dimostrato che fare almeno 180 minuti di moto durante la settimana, anche attraverso semplici passeggiate,  significa bruciare i grassi in eccesso, consumare gli zuccheri in più, migliorare la circolazione sanguigna sia per i muscoli che per il muscolo per eccellenza, il cuore.
 
Combattere l’obesità, soprattutto a livello viscerale: Ciò che conta ai fini della valutazione dei rischi per la salute  del nostro sistema cardiovascolare non è soltanto la quantità complessiva di tessuto adiposo che presenta il nostro corpo e quindi l’obesità intesa in senso generale. E’ il tipo di grasso e la sua distribuzione un altro aspetto fondamentale da considerare: è infatti dimostrato che tutti i fattori di rischio cardiovascolare (ipertensione arteriosa, diabete, dislipidemia) sono direttamente collegati all’eccesso di adipe in sede periviscerale addominale (la cosiddetta obesità viscerale)  che può presentarsi anche in persone complessivamente normopeso.  L'eccesso di grasso addominale è in diretto rapporto con la circonferenza della vita. In particolare, il rischio cardiovascolare diventa clinicamente rilevante quando si raggiungono i valori soglia di 102 cm di circonferenza a livello ombelicale nell'uomo e 88 cm nella donna.
Per facilitare la comprensione del perché il grasso viscerale può creare problemi, possiamo immaginarlo come un tessuto che  libera sostanze pro-infiammatorie e che produce un’ alterata modulazione degli ormoni che regolano il buon funzionamento del nostro corpo.
combattere lobesita
 
Dire addio al fumo di sigaretta: Sapevate che i fumatori sono esposti del 70% in più al rischio di incorrere in malattie cardiovascolari di chi non fuma? La causa di tutto questo è, nel breve termine, l'aumento della pressione arteriosa e del battito cardiaco. A lungo termine il danneggiamento progressivo delle pareti interne delle arterie, l'aumento della coagulazione e, a causa della presenza di monossido di carbonio, la ridotta quantità di ossigeno nel sangue.
Ecco perché  un atto di vero amore per se stessi, scegliendo di preservare il cuore è gettare via l'ultima sigaretta.

Iniziare i primi controlli a 40 anni: Gli strumenti per fare prevenzione cardiovascolare  sono la visita cardiologica ed elettrocardiogramma come primo passo (consigliato dopo i 40 anni soprattutto per gli uomini); un secondo step è rappresentato dall’ecocardiogramma color doppler per avere utili informazioni morfofunzionali del cuore. Successivamente si possono prendere in considerazione test funzionali come un test da sforzo che ci permette di valutare come il comportamento del cuore sotto stress fisico.
 
Da Tiburno del 6 marzo 2018
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING