Menu
vuoto-rossetti

 

Lombosciatalgia, 3 cose che (forse) non sapevate

lombosciatalgiaè un disturbo così comune che tutti, o quasi, almeno una volta nella vita possiamo dire di averne sofferto. Parliamo della lombosciatalgia e cioè di quella condizione di dolore acuto del tratto lombo sacrale che interessa anche il   gluteo e talvolta si irradia lungo tutta la gamba. E’ nota anche come “sciatica” visto che l’insorgenza del dolore trova origine in una compressione o infiammazione  del nervo sciatico, il più grande e più lungo nervo del corpo umano. Come in ogni patologia, individuarne la causa è la prima strada da percorrere per giungere alla soluzione del problema attraverso le cure adeguate. E visto che a proposito di lombosciatalgia spesso si fa confusione proprio sulle cause, abbiamo chiesto la consulenza del  Dottor Francesco Siscaro, fisioterapista e osteopata, che ci ha chiarito in particolare, tre aspetti importanti dell’eziologia del dolore di cui forse non siete a conoscenza. Se anche voi rientrate nel 40% della popolazione che soffre di lombosciatalgia, vi consigliamo di contattare una delle due sedi del suo studio FisioPro per prenotare la vostra visita gratuita.

 

 
1. NON SEMPRE IL DOLORE E’ PROVOCATO DA UNA COMPRESSIONE A LIVELLO VERTEBRALE
Si è portati comunemente a pensare che la sciatica sia generata da una compressione a livello vertebrale  e che quindi sia la conseguenza di patologie come  ernia del disco spinale, discopatia, stenosi spinale del tratto lombo sacrale. In realtà la compressione o infiammazione del nervo sciatico, e quindi il dolore acuto che ne consegue, può scatenarsi anche  a seguito di una forte contrattura o di un irrigidimento del tratto lombare provocato da  cattiva postura o da cause funzionali da ricercarsi principalmente nelle abitudini errate che seguiamo nello svolgimento delle nostre attività giornaliere.
 
2. UN PICCOLO MUSCOLO CHIAMATO PIRIFORME PUO’ ESSERE LA CAUSA DI UN  DOLORE SIMILE ALLA SCIATALGIA
Non tutti sanno della sua esistenza, ma c’è un piccolo muscolo chiamato  piriforme, di forma triangolare e situato in profondità nella natica (dietro il grande gluteo), che in seguito a trauma, intensa attività fisica  o contrattura, può irritare o comprimere il nervo sciatico, che passa proprio al di sotto di esso. Parliamo in questo caso di “sindrome del piriforme” che non va confusa con la lombosciatalgia, anche se la localizzazione del dolore è pressoché la stessa, e che va pertanto diagnosticata e curata in modo specifico e differente.

3. PERDERE I CHILI DI TROPPO NON BASTA A RISOLVERE LA SOFFERENZA DEL NERVO SCIATICO  PROVOCATA DAL SOVRAPPESO
Le persone in sovrappeso che soffrono di mal di schiena e sciatalgie frequenti spesso non si liberano del dolore anche se riescono a raggiungere  un calo ponderale significativo. Ciò si spiega perché non è solo l’obesità ad influire sul benessere della nostra schiena, ma anche il tono muscolare: ecco perché la perdita di peso dovrebbe essere seguita in ogni caso da un riequilibrio muscolare che si si può ottenere attraverso il programma di ginnastica funzionale che, nella sede FisioPro di Villa Adriana, viene svolta anche in gruppo. (per info telefona al 366 860 1990)
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING