Menu
vuoto-rossetti

 

Monterotondo - Sabato 12 aprile la presentazione del libro "La costola di Adamo"

Ormai reduce dal successo che gli ha conquistato il vice commissario Rocco Schiavone con "La Pista Nera", sabato 12 aprile alle 18.30 Antonio Manzini arriva alla Ubik di Monterotondo per presentare La costola di Adamo.
Narratore raffinato di un’indimenticabile Aosta, ha saputo creare un personaggio “al limite” che vorremmo fosse uno di noi. Un uomo quasi violento, con la mania di paragonare ogni fisionomia umana a quella di un animale, uno di quelli di cui ti innamori senza volerlo e che poi vorresti incontrare ogni giorno e condividerne i molti affanni e colpe inconfessabili.
L’incontro del 12 aprile si colloca perfettamente nel solco che i lettori della libreria stanno tracciando in questi anni, connotandola fortemente per l’attenzione al genere noir, per le novità che riserva e la storia che ha avuto nella nostra letteratura. I librai hanno scelto di affidare proprio ai lettori più entusiasti il compito di portare avanti questo progetto. Da questa scelta nasce la collaborazione con il gruppo de “I corpi freddi”, attentissimi lettori di narrativa noir, che sta crescendo e si sta radicando anche nel nostro territorio. E sarà proprio una di loro, Livia Frigiotti, a fare da madrina della serata.
La serata sarà anche occasione per presentare il programma dei prossimi 17 e 18 maggio, due giorni interamente dedicati al noir durante i quali saranno contemporaneamente presenti in libreria Lorenza Ghinelli, Carlo Mazza, Piergiorgio Pulixi, Eduardo Savarese, Colomba Rossi, Gianluca Morozzi e tanti altri. Non mancheranno le sorprese.
Leggi tutto...

Monterotondo - Piazza Mentana, un progetto per un parcheggio sotterraneo da 130 posti auto

Un parcheggio sotterraneo per 130 posti auto su due livelli in piazza Mentana. E’ la proposta di project financing, avanzata agli Uffici da una associazione temporanea d’impresa, che il Consiglio comunale sarà chiamato a valutare, e nel caso a ritenere meritevole di approfondimenti, in occasione della prossima seduta di martedì 8 aprile.
Eventualmente interessato all’intervento è il livello sotterraneo dell’area che va dal parcheggio prospiciente l’innesto di via Faravelli (attiguo all’esercizio commerciale di panetteria) a quello antistante gli esercizi commerciali in piazza Roma, non la collina verso il giardino del Cigno e né tanto meno l’area del deposito Cotral.
La proposta di project financing prevede, in cambio della realizzazione del parcheggio, la gestione di 650/800 posti auto a pagamento (strisce blu) del perimetro urbano di Monterotondo centro, la gestione degli impianti di pubblica illuminazione per 20 anni previa completa sostituzione degli stessi, a carico della società proponente, con più moderni ed economici dispositivi a led, ed infine la gestione, a tariffe contenute, dello stesso parcheggio sotterraneo realizzato.
La proposta di project financing prevede, in cambio della realizzazione del parcheggio, la gestione di 650/800 posti auto a pagamento (strisce blu) del perimetro urbano di Monterotondo centro, la gestione degli impianti di pubblica illuminazione per 20 anni previa completa sostituzione degli stessi, a carico della società proponente, con più moderni ed economici dispositivi a led, ed infine la gestione, a tariffe contenute, dello stesso parcheggio sotterraneo realizzato.
"Il progetto è indubbiamente interessante - commenta il sindaco Mauro Alessandri - perché darebbe risposte adeguate alle esigenze di parcheggio nell’asse viario centrale, in un’area attigua tanto al palazzo comunale e al centro storico quanto alla zona a più alta densità commerciale della città. Non avrebbe inoltre un impatto penalizzante sull’ambiente né tanto meno sulla viabilità. Diciamo che, al momento, vale la pena prenderlo in considerazione, anche se ovviamente dovranno essere valutati nel dettaglio gli impegni a carico del Comune e ogni altra particolarità tecnica e amministrativa".
Leggi tutto...

Monterotondo - Atti vandalici al giardino del Cigno, la condanna di Fratelli d'Italia

battisti valerioContinuano gli atti di vandalismo politico, che sembrano acuirsi con l’avvicinarsi delle elezioni comunali. Dopo lo sfregio alla lapide di piazza Martiri delle Foibe, su cui era stata disegnata una falce e martello spray, ora la mano anonima ha colpito la memoria della sinistra e di tutta la collettività. Distrutti i pannelli storici installati sotto il parco del Cigno, in particolare quelli sulle operazioni partigiane e la battaglia di Monterotondo.
A condannare gli episodi è il portavoce di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale di Monterotondo, Valerio Battisti (nella foto): "Fratelli d’Italia condanna un gesto così ignobile come la profanazione di una targa posta in ricordo di chi ha dato la vita per un’Italia libera. Questo folle atto arriva a breve distanza di tempo dalla profanazione della targa che ricordo dei Martiri delle Foibe, due gesti troppo ravvicinati da non poter pensare a delle ritorsioni incrociate tra chi ancora è schiavo di un odio insensato. Condannare è doveroso ma non sufficiente al fine di prevenire il ripetersi di gesti simili come quelli accaduti nelle ultime settimane a Monterotondo. Per prevenire bisogna adoperarsi nella creazione di una memoria condivisa su questi temi, è necessario iniziare un cammino comune tra partiti politici, associazioni e istituzioni. Mi duole invece constatare che, per rimanere in ambito comunale, l’attuale amministrazione non si adopera molto in tal senso. Pesa, sul cammino per una memoria condivisa, l’assenza del sindaco Alessandri alla commemorazione che organizzammo il 9 febbraio di quest'anno in ricordo dei martiri delle foibe. Pesa il fatto che una certa parte politica faccia passare il messaggio che la Resistenza fu prerogativa dei partigiani comunisti, quando alla causa sacrificarono la vita anche socialisti, partigiani bianchi, gente comune e perfino l'esercito regolare. Io credo, anzi sono convinto, che se vogliamo evitare il ripetersi di atti gravissimi come quelli di cui sopra bisogna fare uno sforzo, a partire dalle istituzioni, affinché si possa costruire una memoria condivisa e non faziosa. In tal senso, qualora Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale dovesse andare al governo di Monterotondo, si adopererà fin da subito perché finalmente, almeno nella nostra città, possano essere conosciuti e rispettati il dramma delle Foibe e il valore della Resistenza".
Leggi tutto...

Monterotondo - Fidanzatini "pizzicati" mentre si appartano nel bagno della scuola. Sospesi

Cosa stessero facendo dietro la porta del bagno della palestra lo sanno solo loro. C’è chi dice che fossero avvinghiati, chi dice che si stavano scambiando solamente qualche bacio innocente, chi invece che fossero entrati lì dentro per scherzo. Di sicuro quella coppia di giovanissimi studenti non dovevano andare in bagno senza chiedere il permesso e, ancor di più, non dovevano chiudercisi dentro insieme. Per questo due giovani fidanzatini, che frequentano l’Istituto superiore “Piazza della Resistenza” di Monterotondo sono stati sospesi, dopo essere stati sorpresi dal professore di ginnastica chiusi nel bagno dei maschi della palestra della scuola. Ovviamente insieme e con i compagni d’Istituto che battevano sulla porta per disturbarli. Tra i ragazzi e sul web sono partite le ricostruzioni più fantasiose sull’episodio, ma a gettare acqua sul fuoco è la dirigente scolastica Fulvia De Thierry, che da sette anni guida l’Istituto “Piazza della Resistenza”, il più popoloso di tutta Monterotondo. “Non è successo assolutamente niente, né sesso né altro – dice a Tiburno – si tratta solo d’illazioni. D’altronde sarebbe stato impossibile per una questione di tempi, anche perché il professore si è accorto immediatamente che i ragazzi si erano allontanati verso il bagno, senza chiedere il permesso. Dopo aver convocato il consiglio di classe e i genitori,  e dopo aver sentito i giovani e i loro compagni, abbiamo deciso di applicare la sospensione ad entrambi, con provvedimenti sfalsati nel tempo. Ripeto, in quel bagno non è successo assolutamente nulla. Si tratta di una ragazzata, ma voglio essere chiara comunque: abbiamo deciso di intervenire non per una questione morale, ma perché i due hanno violato le regole della scuola andando in bagno senza permesso del docente e – ovviamente – non dovevano andarci insieme”.

“Piazza della Resistenza”, tra l’altro, è uno degli Istituti che più di altri si è organizzato nel tempo nel sostegno ai ragazzi e alle famiglie. Sia nella sede del “G. Cardano” che di via Tirsi, ad esempio, stanno per essere aperti due sportelli per il sostegno alle famiglie.
L’8 aprile, all’interno dell’Aula magna del “Cardano”, il centro per le famiglie “La Locomotiva” terrà l’incontro “Piacere e rischio in adolescenza”, dalle 15 alle 17.

Leggi tutto...

VIDEO Monterotondo - La lingua dei segni in musica con il concerto di Edoardo Vianello

Domenica 30 marzo alle ore 21, dopo il grande successo ottenuto lo scorso gennaio, Edoardo Vianello torna  a grande richiesta sul palco del teatro "Gesù Operaio" di Monterotondo con la replica del concerto di beneficenza  interamente tradotto nella "LIS" ( la lingua italiana dei segni) per persone sorde.

Lo spettacolo è come sempre organizzato e dall'Associazione di promozione sociale della dott.ssa Debora Simonetti "Sotto un unico cielo", di cui ne è la presidente, in collaborazione con l'Associazione  di promozione sociale "Sotto i raggi del Sol" diretta da Edoardo Vianello e Alessandro D'Orazi e dall' "Accademia del Tempo Libero", presidente Stefano Tancini.

La "LIS", ricordiamo, è la lingua dei segni italiana e la dottoressa Debora Simonetti, che con la sua associazione è da sempre in prima fila nella lotta all'abbattimento di tutte le barriere sociali e comunicative, continua, con crescente riscontro di favore, la promozione delle attività per coloro che hanno disabilità sensoriali. E la replica del concerto in "LIS"  con il maestro  Vianello, ne è la dimostrazione e l'orgoglio.

 

Video collegato

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING