Menu
vuoto-rossetti

 

Tivoli - Gara di solidarietà per ricomprare la bici a Don Lorenzo

don lorenzo
  La foto ha fatto il giro del web, intenerendo il cuore di molti internauti tiburtini. Lui è Don Lorenzo Ejimofor, 57 anni, da dieci cappellano dell’ospedale “San Giovanni Evangelista”, ed è ritratto in sella alla sua bicicletta da passeggio vintage rubata da ignoti nella notte tra mercoledì 25 e giovedì 26 luglio.
L’immagine è stata pubblicata da Roberto Calore sul Gruppo Facebook “Tivoli nostra gajarda e tosta” col duplice obiettivo di facilitare le ricerche e di promuovere una raccolta fondi finalizzata all’acquisto di una nuova dueruote. Un appello accolto positivamente dai tiburtini entusiasti che si stanno mobilitando per individuare uno o più punti di raccolta fondi.
 
COME DONARE PER RICOMPRARE - E' stato messo un salvadanaio al bar in piazza Santa Croce a Tivoli (Lato banca e tabaccheria, da Agostino) per ricomprare la bici. Si potrà donare fino al 10 agosto.

Nel frattempo don Lorenzo, dopo aver presentato denuncia alla stazione dei carabinieri di via Aldo Moro, continua a perlustrare a piedi il Centro cittadino.
“Mercoledì sera - racconta il sacerdote - l’avevo legata con la catena ad un albero vicino al cancello pedonale d’ingresso all’ospedale, quello adiacente all’ufficio della vigilanza e al fabbricato che ospitava la Scuola per infermieri dove c’è la mia abitazione.
Fatto sta che giovedì mattina alle 6,30 sono uscito per andare a celebrare messa nella chiesa di San Giorgio e non c’era più”.
Ma com’è possibile se il nosocomio è vigilato H24? “Questo è un mistero - commenta don Lorenzo - Come lo è il motivo per il quale il cancello pedonale la notte resta aperto e non ci sono telecamere che inquadrano quel lato dell’ospedale. Fatto sta che, anche se era vecchia, la bicicletta mi era utile per spostarmi velocemente in Centro, altrimenti dovrei andare in auto e pagare due ore per il parcheggio. Chi è stato? Non escludo qualche nomade”.
Il cappellano racconta di aver acquistato la bici usata nel 2015 dopo la brutta esperienza subìta sei anni fa.
“Già all’epoca me ne rubarono una di notte - rivela don Lorenzo -L’avevo lasciata incatenata nel parcheggio delle moto, non si sa come la portarono via e non la ritrovai più.
Ora mi sposto a piedi, ma la bici è una comodità anche per dimagrire un po’ visto che non gioco più a calcio. I ladri? Li ho già perdonati”.
Ultima modifica ilGiovedì, 02 Agosto 2018 09:45
Torna in alto
Irish bookie Coral cbetting.co.uk location at United Kingdom
List with onlain bookmakersGBETTING