VIDEO Tivoli – Protesta dipendenti Asa: “Buste di urina esplose in faccia e casse da morto nei cassonetti”

23 / 01 / 2014

Lamentano le scarse condizioni di sicurezza in cui sono costretti ad operari gli operatori dell’Asa che stamattina hanno protestato davanti la sede della società municipalizzata di Tivoli. A sentire i racconti dei dipendenti succedono cose ai limiti dell’assurdo quando si trovano a dover raccogliere i rifiuti.

protesta asa 8Questa mattina alcuni dipendenti dell’Asa, hanno effettuato un sit in sotto la sede dell’azienda di via del Trevio per protestare contro le condizioni di sicurezza in cui sono costretti ad operare. Oltre ai mezzi ormai vecchi e inadeguati, i dipendenti denunciano che spesso sono obbligati rimuovere rifiuti pericolosi ed ingombranti: rifiuti organici depositati nei cassonetti riposti nei pressi della clinica Medicus hotel, che qualche giorno fa sono esplosi addosso agli operatori una volta svuotati nel compattatore, oppure, caso di quelli presenti di fronte al cimitero dove vengono gettati, addirittura, i residui di alcune bare (nella foto).
Forte il sostegno dei residenti in transito durante la manifestazione che, una volta letto il volantino che indica i motivi della protesta, si fermano a discuterne con loro.
Il presidio si conclude con l’incontro tra dirigenza e una delegazione di lavoratori. La prossima settimana è previsto un tavolo di confronto con l’idea di affrontare, e di risolvere, le situazioni più anomale. Mentre l’esposto presentato ieri alla Procura di Tivoli, allo Spresal e all’ispettorato del lavoro, va avanti.

Servizio di Veronica Altimari