Palombara – Slitta la chiusura del primo soccorso. La minaccia rimandata a fine febbraio

28 / 01 / 2014

Rimarrà aperta per un altro mese durante i fine settimana e ne giorni festivi la postazione d’emergenza dell’ospedale Santissimo Salvatore. Soddisfazione parziale per cittadini e comitati che chiedono la salvezza del nosocomio di Palombara Sabina.

E’ stata rimandata al 28 febbraio la chiusura del punto di primo soccorso di Palombara Sabina. A renderlo noto è il consigliere regionale Fabrizio Santori che nella mattinata di ieri ha effettuato un sopralluogo nella sede della direzione generale della Asl RmG insieme al comitato “Palombara Altruista” proprio per rivendicare l’importanza di salvaguardare la struttura del Santissimo Salvatore.

“La chiusura del punto di primo intervento durante i fine settimana, previsto per la fine di gennaio – ha spiegato Santori, membro della commissione Salute della Regione – è stata posticipata per ora alla fine di febbraio. E’ un primo risultato che recepiamo come un tentativo di vedere scongiurata un’ipotesi nefasta per la Sabina Romana ma è ovvio che non basta poiché, proprio nel momento in cui si denuncia un’emergenza generalizzata dei pronto soccorso del Lazio, è impensabile chiudere un punto di primo intervento con un bacino di utenza così elevato”,

“Il bacino di utenza del punto di primo intervento di Palombara è molto vasto e variegato – ha aggiunto Santori – e ricomprende tutto il quadrante della Sabina Romana, tra cui oltre a Palombara anche i comuni di Guidonia Montecelio, Marcellina, Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Nerola e Sant’Angelo Romano. A questo punto crediamo che il diritto alla salute in diverse aree della provincia sia fortemente a rischio con la chiusura, anche solo nel fine settimana, di servizi essenziali. Le Case della Salute, promesse da Zingaretti, stanno fallendo e nessuna luce si vede sui vari territori. Su Palombara, che risulta essere una delle strutture da rilanciare, attendiamo la convocazione di un tavolo urgente per la risoluzione delle problematiche sanitarie riguardanti l’intero quadrante coinvolto. Per il momento insieme a Palombara Altruista abbiamo salvato il Punto di Primo Intervento durante i fine settimana e i giorni festivi per ancora un mese, ma è un risultato che abbiamo conquistato solo con la forza di volontà dei cittadini. Ora serve invece un segnale concreto da parte del Presidente Zingaretti”.