Tivoli – Rolex e Mercedes rubata, 31enne serbo-montenegrino finito in manette

03 / 02 / 2014

Un 31enne serbo-montenegrino residente a Tivoli Terme è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di riciclaggio e ricettazione.

I militari della Stazione Roma Appia, durante un normale servizio di controllo del territorio, hanno notato una Mercedes di grossa cilindrata, parcheggiata in via Antonimina, nei presi di un parco pubblico. Nell’effettuare una verifica, i militari hanno scoperto che le targhe risultavano essere state rubate la mattina stessa e sulla Mercedes erano state istallate per coprire quelle presenti di nazionalità tedesca. Questo particolare ha insospettito i carabinieri che hanno così deciso di effettuare un appostamento.
Nella notte lo straniero, insieme ad altri due complici, a bordo di un’utilitaria sono giunti nei pressi dell’automobile e azionando un telecomando a distanza l’hanno aperta. Proprio mentre il 31enne stava salendo sulla Mercedes è stato bloccato dai carabinieri. Alla vista dei militari i complici sono riusciti a darsi alla fuga, tentando prima di investire gli uomini dell’Arma, poi sfondando la recinzione del parco, che hanno attraversato a tutto gas riuscendo a far perdere le loro tracce.
Solo poche ore più tardi l’auto è stata rinvenuta nel corso di una battuta scattata nella zona ed è stata sequestrata per effettuare i dovuti accertamenti finalizzati all’identificazione dei fuggitivi.
Nella Mercedes, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 3 valigie contenenti arnesi vari e utensili elettrici, mentre la perquisizione presso l’abitazione del 31enne a Tivoli Terme ha permesso di recuperare due Rolex rubati.
Il 31enne è stato ammanettato e portato in caserma, per poi essere portato nel carcere di Regina Coeli, dove si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Le verifiche sull’auto sequestrata hanno permesso di scoprire che le targhe tedesche apposte erano appartenenti ad un altro veicolo. I controlli sul telaio, invece, hanno evidenziato che il mezzo era stato rubato a Napoli lo scorso mese di luglio.