Sant’Angelo Romano – Rapisce un cane e chiede il riscatto, arrestato 40enne

“Poldo”, così si chiama il cane protagonista della vicenda, alla fine è tornato tra le braccia del proprio padrone. A salvarlo dal rapitore l’intervento dei carabinieri di Sant’Angelo Romano.

“Se vuoi rivedere Poldo prepara 200 euro”. Una telefonata che non si sarebbe mai aspettato di ascoltare quella che un 33enne ha ricevuto dai suoi ormai ex padroni di casa.
L’uomo infatti aveva preso un appartamento in affitto da una donna, portando con se anche i suoi due cani. Quando però l’accordo con il locatorio è alla fine saltato, per il 33enne c’è stata un’amara sorpresa: al ritorno a casa non ha più ritrovato i suoi cani.
Dopo circa un’ora il giovane ha rintracciato uno dei due cani abbandonato lungo via Palombarese ma nessuna traccia del secondo, di nome Poldo. Dopo numerosi tentativi il 33enne è riuscito a contattare l’affittuaria che però non ha saputo dargli spiegazioni.
Nella tarda serata la telefonata del rapitore che chiedeva 200 euro per la restituzione del cane. D’accordo con i carabinieri della Stazione di Sant’Angelo Romano, il proprietario del cane si è presentato all’appuntamento ma il rapitore ha portato un altro cane e glielo ha aizzato contro. A quel punto i carabinieri, appostati poco distante, sono intervenuti e hanno bloccato l’estorsore che si è poi rivelato essere il fidanzato dalla padrona di casa. Tranquillizzato il cane che il rapitore aveva portato con se, i militari si sono messi a cercare quello rapito, un meticcio dal carattere docile e mite. Per il rapitore si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia con l’accusa di tentata estorsione, resistenza e lesioni personali, mentre Poldo è tornato a casa con il suo padrone.

m.c.