Montecelio – Al museo Lanciani la mostra “Il devoto e il suo doppio”

16 / 04 / 2014

Aprirà giovedì 24 aprile la mostra “Il Devoto e il suo doppio. Scoperte recenti di offerte agli dei da contesti votivi e funerari” in programma fino al 30 settembre 2014 al museo civico Rodolfo Lanciani di Montecelio.
Esattamente a due anni dalla apertura, l’ente museale ha realizzato una mostra archeologica che si terrà dal 24 aprile al 30 settembre 2014 e che ha come tema il culto degli dei attraverso gli oggetti votivi degli apparati funerari.
Si tratta di una occasione volta a celebrare il ventennale del ritrovamento della Triade Capitolina, ritornata, finalmente, nel territorio di provenienza grazie al lungo percorso, intrapreso dalla amministrazione comunale, atto a recuperare, a conservare e a promuovere il patrimonio artistico ed archeologico della città di Guidonia Montecelio.
Ripercorrendo l’esperienza del 2012, con la mostra “Archeologi tra ‘800 e ‘900”, numerosi sono i musei e gli enti prestatori che prenderanno parte all’evento, articolato in cinque sezioni: nella Regione Lazio, con la necropoli di Martellona, per il Museo Civico Rodolfo Lanciani, a cura della dottoressa Maria Luisa Bruto e della dottoressa Stefania Panella; la stipe votiva di Pantanacci del Museo Civico Lanuvino, a cura del dottor Luca Attenni e della dottoressa Giuseppina Ghini; le stipi votive di Campoleone ad Aprilia, a cura della dottoressa Daniela Ferro, della dottoressa Stefania Panella e della dottoressa Sabrina Zottis; nella Regione Toscana, con le stipi votive di Via Dei Sepolcri e la statuetta di Lare della domus di Medea, presso il museo etrusco di Vetulonia, a Castiglione della Pescaia, a cura della dottoressa Stefania Rafanelli; nella Regione Umbria, gli scavi, a cura della dottoressa Simonetta Stopponi e della Università di Perugia, del santuario del Campo della Fiera.