Ospedale Angelucci, i sindaci uniti in difesa del nosocomio

Si muovono anche i Comuni della Valle dell’Aniene a difesa dell’ospedale Angelucci, in quanto interessato ad un processo di riconversione da parte della Regione Lazio nell’ambito del Piano sanitario consegnato dalla Regione Lazio al ministero della Salute. Nel corso di una riunione sull’argomento convocata dal sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia, presso il Centro Culturale, i sindaci e/o loro delegati dei comuni di Olevano Romano, Camerata Nuova, Rocca Santo Stefano, Roiate, Marano Equo, Agosta, Roccagiovine, Riofreddo, Jenne, Arcinazzo Romano, Cervara di Roma e Cineto Romano hanno sottoscritto un nuovo documento, reiterando la richiesta di salvaguardia dell’Angelucci secondo il già noto piano di riorganizzazione e valorizzazione del nosocomio, e ribadendo l’importanza della sua funzione per gli oltre 30mila abitanti della Valle dell’Aniene.
Un urgente incontro è stato pertanto chiesto al Commissario di Governo per la Sanità nel Lazio presso la Regione Lazio, “per far valere – ha detto il sindaco Pelliccia – il nostro diritto alla salute”. Altre riunioni a livello istituzionale sono state programmate per i prossimi giorni.

Fa. Lo.