Tivoli – Parcheggia sul Ponte Gregoriano e si lancia nel vuoto, muore a 30 anni

18 / 04 / 2014

00DSCN6180Ha lasciato la sua Fiat 500 parcheggiata sul marciapiede di Ponte Gregoriano, poi si è diretto verso la balaustra, l’ha scavalcata ed è saltato nel vuoto da un’altezza di circa trenta di metri. E’ morto così Riccardo R., 30enne di San Polo dei Cavalieri.
Il corpo senza vita lo hanno scoperto stamattina alcuni passanti che hanno richiamato l’attenzione di una squadra di operai dell’Asa, intenti a ripulire l’area dove stasera transiterà la processione del Venerdì Santo, che a loro volta hanno allertato il 112.
Sul posto sono intervenuti i militari dell’Arma diretti dal Luogotenente Rolando Torti, vigili urbani, l’ambulanza del 118 e i vigili del fuoco del distaccamento di Villa Adriana e del Soccorso alpino fluviale che si sono calati dal ponte per recuperare il cadavere del ragazzo.
00DSCN6188Ignoti al momento i motivi del gesto. Il 30enne sarebbe stato in giro tutta la notte, senza rientrare a casa dove viveva con la mamma, prima di arrivare al Ponte Gregoriano e decidere, presumibilmente nelle prime ore dell’alba, di suicidarsi.
Ex studente del Fermi, il 30enne lavorava saltuariamente come installatore di controsoffitti, da quello che raccontano i conoscenti si trattava di un ragazzo sereno e tranquillo.
Il pubblico ministero di turno in Procura, Filippo Guerra, ha disposto il trasferimento della salma presso l’istituto di medicina legale dell’Università La Sapienza di Roma per essere sottoposto all’esame autoptico.

 

 

 

Il precedente lo scorso 30 gennaio (clicca QUI per le immagini)

Ha poggiato la borsa sul cornicione e si è lanciata nel vuoto. Un volo di venti metri per farla finita con la vita. E’ morta così giovedì 30 gennaio Silvia A., 54 anni, segretaria del liceo scientifico “Lazzaro Spallanzani” di Tivoli. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della locale stazione diretta dal luogotenente Rolando Torti e coordinata dal capitano Emanuela Rocca, la tragedia si è consumata verso le 8,40. Nel giorno libero dal lavoro, Silvia A. ha raggiunto a piedi Ponte Gregoriano e sotto gli occhi di alcuni passanti e turisti si è arrampicata sul cornicione per poi lanciarsi giù.
Quando sul posto sono arrivati i militari, per la donna non c’era più nulla da fare: per recuperare il corpo privo di vita sono intervenuti i vigili del fuoco e le squadre di Soccorso Aereo Fluviale.
Identificata grazie ai documenti rinvenuti nella borsa, i carabinieri hanno rintracciato i parenti, ai quali il pubblico ministero di turno Andrea Calice ha messo la salma immediatamente a disposizione per i funerali celebrati l’indomani nella chiesa di San Bernardino di Siena.