Subiaco – Irregolarità nei lavori, sequestrato il palazzo dell’associazione “Gli Angeli”

22 / 04 / 2014

Sequestro giudiziario per il cantiere di recupero e ristrutturazione del Palazzo Moraschi Piatti in Viale della Repubblica, costruito i primi anni dell’Ottocento, per una notte (quella tra il 18 e 19 aprile del 1849) dimora del generale Giuseppe Garibaldi e successivamente, fino alla seconda metà del ‘900, caserma dei Carabinieri.
A disporre il provvedimento è stato il Dipartimento per la Prevenzione e Sicurezza nei luoghi di lavoro della Asl RmG, “per inosservanza alle norme sulla prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro”, affidandone la custodia giudiziaria al comune di Subiaco in quanto proprietario dell’immobile, ma il cui utilizzo in comodato gratuito è stato ceduto lo scorso anno dallo stesso Comune all’associazione “Gli Angeli”, rappresentata da don Mario Pieracci. Nei programmi dell’Associazione vi è, infatti, la trasformazione del palazzo in struttura ricettiva, attraverso un impegno finanziario di circa 3 milioni di euro.
Una interrogazione in merito a quanto avvenuto, è stata intanto presentata al sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia, dai consiglieri comunali di “Alternativa x Subiaco”, Pier Paolo Scattone, Matteo Berteletti e Ivan Petrini, chiedendo “di riferire con urgenza sullo stato dei fatti e sulle intenzioni, a fronte dell’accaduto, della Giunta in carica”, essendo “ritenuta gravissima tale situazione, la quale merita i dovuti approfondimenti e decisioni da parte dell’Amministrazione comunale”.

Fabrizio Lollobrigida