Tivoli – Negoziante cinese legato e preso a sprangate dai rapinatori. Presi tre rom del campo nomadi di Salone

28 / 04 / 2014

La merce rapinata recuperata dai Carabienieri 3Legato e preso a sprangate da una banda di rom all’interno del suo negozio. Vittima della feroce aggressione un cittadino cinese di 40 anni che gestisce un negozio di abbigliamento a Tivoli Terme. I tre, due uomini di 20 e 40 anni, e una donna di 35, tutti già noti alle forze dell’ordine e domiciliati presso il campo nomadi di Salone, dopo aver fatto irruzione all’interno dell’esercizio commerciale hanno rapinato il titolare dell’incasso, del telefono cellualare e di un furgone carico di capi di abbigliamento per un valore totale di circa 2mila euro. Poi si sono allontanati a bordo dello stesso furgone ma a metter fine alla loro fuga sono stati i carabinieri della Compagnia di Tivoli che hanno rintracciato il mezzo rubato alle porte del quartiere romano di San Basilio.
La merce rapinata recuperata dai Carabienieri 4I malviventi una volta bloccati sono stati arrestati e tutta la refurtiva trovata in loro possesso è stata riconsegnata al legittimo proprietario. Il 40enne cinese a causa dell’aggressione subita è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Tivoli dove è stato dimesso con una prognosi di cinque giorni.
Per i tre arrestati è scattata l’accusa di rapina aggravata.