Bellegra – Il sindaco all’attacco di Acea Ato2: “Ritardi intollerabili dall’azienda”

Tanto tuonò che piovve, perché Domenico Moselli, sindaco di Bellegra, questa volta ha detto a chiare note ciò che pensa dell’operato di Acea Ato2, cioè di un’azienda che gestisce il servizio idrico di Roma e provincia ma dove si penserebbe più agli assetti di poteri, invece di dare risposte concrete all’utenza.
La presa di posizione del sindaco di Bellegra (anticamente denominata Civitella) è avvenuta a margine dell’assemblea dei sindaci dei comuni aderenti ad Acea Ato2, assemblea rinviata peraltro per assenza del numero legale.
“Ci sono – ha sostenuto Moselli – ritardi impressionanti nelle risposte che Acea fornisce alle istanze dei cittadini e dei Comuni. Il numero verde, che dovrebbe essere a servizio di reclami o richieste di intervento, obbliga gli utenti – ha aggiunto Moselli – a lunghe attese e raramente fornisce risposte adeguate, mentre inadeguato è il servizio di sportello”.
Il primo cittadino di Bellegra ha quindi portato ad esempio la segnalazione da parte del Comune, di un guasto alla rete fognante, “ma dopo ben dieci giorni non vi è stato nessun intervento”, mentre l’anno scorso una perdita sulla strada provinciale è stata riparata solo dopo diversi mesi e interventi di numerose ditte.
Nel riferirsi ai contenuti del piano di investimenti predisposto da Acea Ato2, Moselli ha rivolto poi di un appello all’azienda, cioè “ben vengano interventi seri di adeguamento della rete e delle infrastrutture, ma i cittadini devono essere messi in condizione di capire come vengono davvero date risposte alle loro necessità”.
La Acea Ato2 spa è la società operativa del Gruppo Acea che gestisce dal 2002 il servizio idrico integrato nell’Ambito Territoriale Ottimale 2 (Ato 2) – Lazio centrale (Roma e altri 111 Comuni del Lazio), ha un’estensione territoriale superiore a 5 mila chilometri quadrati e a circa 3 milioni e 600 mila abitanti , ed è il bacino di competenza più grande in Italia.

Fa. Lo.