Tivoli – Elezioni, è ballottaggio Chioccia-Proietti. I commenti di tutti i protagonisti

27 / 05 / 2014

Manuela Chioccia (candidato sindaco centrosinistra): “In questa tornata elettorale il Partito Democratico alle Europee ha ottenuto un grande risultato, confermandolo anche alle amministrative. In attesa dei dati ufficiali, le percentuali che ci arrivano dai seggi indicano come la nostra coalizione sia stata la più votata dai tiburtini, a larga maggioranza. Ci sorprende, invece, il calo registrato dal Movimento 5 Stelle tra le europee e le comunali. Ora attendiamo lo scrutinio di tutte le schede per analizzare questa tornata elettorale in vista del prossimo ballottaggio. Intanto ringraziamo tutti quei cittadini che ci hanno accordato la loro fiducia perché, stanchi di una città senza prospettive, sporca, spenta, hanno visto nel nostro programma una concreta possibilità di rinascita per Tivoli. Noi siamo convinti di poter riaccendere la nostra città e la fiducia di migliaia di elettori ci accompagnerà per queste due settimane che ci separano dall’8 giugno”.

 

Giuseppe Proietti (candidato sindaco liste civiche): “Un grazie, di vero cuore, alle migliaia e migliaia di elettori che hanno dato fiducia alla coalizione dei movimenti civici e della società civile. Ora andiamo al ballottaggio, domenica 8 giugno. Chiederemo ai tiburtini di aiutarci a tradurre in realtà le loro speranze per una Tivoli più vivibile, più attiva, più umana, più attenta ai bisogni delle persone, più vicina ai più deboli”.

 

Laura Cartaginese (candidato sindaco centrodestra): “Un accordo vergognoso. Grillo urlando ha professato una politica antisistema, rivendicando un ruolo di integerrimi controllori degli schieramenti bipartisan oggi assistiamo alla svendita dell’ideale grillino, non solo doppiato in Europa dal Pd, ma pronto al voto di scambio con liste civiche infarcite di voltagabbana e politicanti di vecchia data fuggiti o scacciati dai propri partiti. Tivoli è stata teatro di un accordo che ha portato Proietti al ballottaggio con voti racimolati da chi professava di voler combattere questo modo di far politica. In alcuni seggi sono risultati segnati i simboli, solo quelli, delle civiche, quasi come fosse un partito nazionale. Un fatto straordinario, mai accaduto prima e impossibile da preventivare se non previo accordo. Vittime dei loro stessi timori, i rappresentanti delle Civiche si giocano ora una partita quasi alla pari. Auguro loro di ottenere quello che meritano tra quindici giorni”.

 

Marco Innocenzi (candidato sindaco Fratelli d’Italia): “Come partito a livello politico abbiamo ottenuto un ottimo risultato, a livello amministrativo abbiamo pagato cara una contesa giocata con altre 24 liste. Noi siamo partiti per ultimi, da soli, una scelta coraggiosa che alla luce di tutto ci fa stare sereni e soddisfatti”

 

Alessandro Fontana (segretario cittadino Partito democratico): “Si attesta una conferma per il centrosinistra rispetto al risultato nazionale, con un crollo evidente qui a Tivoli per il centrodestra e il Movimento cinque stelle. C’è l’affermazione delle liste civiche con un risultato ben oltre il 20%, ma siamo sicuri che il turno del ballotaggio ci vedrà vincitori, trainati dalla forza del Partito democratico e di Matteo Renzi”.

 

Andrea Napoleoni (Progetto Tivoli): “Un risultato davvero inaspettato rispetto alle premesse pre campagna elettorale. Certo il clima era senza dubbio positivo intorno al nostro candidato, m bisogna riconoscere che anche le liste hanno avuto un discreto apprezzamento da parte della città, Ora si comincia una partita tutta nuova, parleremo alla città, con i nostri competitori che non saranno presenti alla competizione del ballottaggio e credo che la speranza per questa città possa presto assumere i contorni di un candidato sindaco che ha dimostrato di essere una persona equilibrat e in grado di dare risposte concrete alla città”.

 

Vincenzo Tropiano (coordinatore cittadino Forza Italia): “Dal dato che emerge si vede che gli elettori che alle Europee hanno votato Grillo alle comunali hanno votato per Proietti. I numeri sono quelli e i numeri non mentono mai, al ballottaggio andranno insieme. Come Forza Italia valuteremo insieme al candidato sindaco come comportarci al ballottaggio, se lasciare libertà di scelta ai nostri elettori oppure dare delle indicazioni. Oggi con lo scrutinio che ancora non è chiuso è prematuro parlarne. Confidiamo nel risultato della coalizione che al momento è superiore a quello ottenuto da Forza Italia nella Circoscrizione del Centro”.

Alessandro Petrini (Forza Italia): “Riconosco a Laura Cartaginese un grande impegno personale durante la campagna elettorale, ma non si può giustificare una sconfitta trasferendo le responsabilità altrove e invocare l’ombra di un accordo sottobanco teso a penalizzare proprio l’Area di Centro Destra. Nella sede di partito appropriata ci sarà modo di affrontare con maggiore lucidità, freddezza e in profondità la questione, nel frattempo ritengo sia meglio cercare al nostro interno le ragioni della sconfitta sapendo, comunque, che Forza Italia è naturalmente antitetica al Pd e al Centro Sinistra. Non credo personalmente ad accordi nascosti e non credo nemmeno che si possano spostare migliaia di voti sulla base di un inciucio tutto da dimostrare. Preferisco fare politica nella trasparenza, senza lanciare accuse non sostenute da prove e, soprattutto, avviare un confronto sui contenuti”.