Guidonia – Andrea Di Palma vicesindaco, primo pezzo della giunta Rubeis

12 / 06 / 2014

Eligio Rubeis ha nominato Andrea Di Palma vicesindaco e per ripicca Antonio Tortora abbandona il Nuovo Centrodestra. Inizia subito in salita il percorso politico della nuova maggioranza che vede incrinarsi i rapporti tra le due anime che, almeno fino a stamattina, rappresentavano il partito di Angelino Alfano nella Città dell’Aria.
La nomina di Di Palma è arrivata in mattinata, appena mezz’ora dopo la cerimonia del giuramento del sindaco avvenuta davanti al magistrato a Palazzo Guidoni. In pratica è stato il primo atto firmato dal primo cittadino all’esordio nel suo secondo mandato.
Appena diffusa e ufficializzata la notizia è scattata la reazione di Tortora che già nei giorni scorsi aveva rivendicato il diritto ad essere nominato vice proponendo anche un “referendum” su Facebook, e che oggi, a bocciatura incassata ha comunicato l’addio a Ncd con cui è stato eletto.
Chiaramente soddisfatto dell’incarico ricevuto Andrea Di Palma che nel primo quinquennio Rubeis ha ricoperto il ruolo di assessore alla Cultura prima e all’Ambiente poi.
“Sono felice – il commento a caldo del nuovo vicesindaco – ho lavorato vicino ad Eligio Rubeis per cinque anni, spero di aver contribuito alla buona gestione che ha caratterizzato la sua amministrazione e soprattutto spero di poter fare ancora di più nel prossimo futuro. Credo che la nomina sia un riconoscimento di quanto fatto in questi anni. La decisione è stata del sindaco ed evidentemente c’è stima e fiducia reciproca perché è chiaro che per una nomina così importante deve esserci un forte rapporto di fiducia. Quando l’ho saputo? Ho ricevuto la telefonata mezz’ora dopo il giuramento del sindaco”.
Sul dualismo con Tortora, Di Palma scrolla le spalle: “Non è una mia preoccupazione. Il partito funziona ma non è fatto soltanto dai consiglieri. Il mio nome è stato fatto dal segretario regionale di Nuovo Centrodestra Fabrizio Cicchitto, la sua indicazione è stata un atto importante. A Guidonia – aggiunge Di Palma – il partito non ha un coordinatore vero e proprio, siamo in attesa del congresso che si farà in autunno, ma nel frattempo posso dire in tranquillità che di fatto il referente sono io e ho preso in mano il partito con piacere, nominando le liste per le elezioni, facendomi carico della campagna elettorale. Abbiamo avuto un risultato molto buono”.
Di Palma oltre al ruolo di vicesindaco riceverà anche la delega assessorile. Ma in quale settore ancora non è stato definito. “L’assessorato all’Istruzione e Cultura l’ho vissuto con grande passione – ha commentato – ma mi è piaciuta molto anche l’esperienza fatta come assessore all’Ambiente. Non credo sia questione di settori ma una questione di impegno, quando c’è quello si può lavorare in ogni ambito con soddisfazione e raggiungendo risultati”.

Massimo Cimò