Smart trasformata in Hello Kitty: Gloria e la sua passione da 40mila euro

17 / 03 / 2015

Gloria Mostafa, classe 1978, romana e mamma felice e instancabile di due bimbe gemelle di tre anni di cui porta tatuato il nome come simbolo della gioia più grande della sua vita. Amante dello shopping e nemica dei lavori domestici, la sua infinita passione per gli animali l’ha portata a specializzarsi come toelettatrice  e ad ospitare nella sua bellissima villa di campagna oltre 50 amici domestici tra cani, gatti, maialini e papere. Non ci crederete ma persino la sua Smart miagola! Si, perché Glorial’ha    trasformata in    un prototipo originalissimo di una delle gattine più amate e famose di sempre : Hello Kitty.  
 
 

Per tutte le amanti della famosa e dolce gattina  giapponese, questa Kitty car è una vera chicca fashion! Una Smart rosa completamente ristilizzata in onore di un’icona che da 40 anni conquista non solo le più piccole. L’ideatrice di questa minuziosa trasformazione tutta in rosa si chiama Gloria Mostafa, una bellissima mamma a cui non mancano certo dolcezza e fantasia e che ci ha aperto le porte della sua casa per presentarci con orgoglio la sua creazione (che chiama con affetto   Kitty Mia) di cui è particolarmente gelosa!     

Gloria, come nasce l’idea di questo restyling?

“Ho sempre avuto la passione per Hello Kitty, ma non a questi livelli. Da quando, tre anni fa, sono diventata mamma di due bimbe gemelle, è aumentata a dismisura. Nel momento in cui mi sono resa conto di non avere più tempo per me stessa, ho sentito l’esigenza di avere uno spazio tutto mio, da non condividere con nessun’altro. La considero come se fosse la cameretta che non ho mai avuto”. 

 

Quando  hai comprato la Smart?

“È stato il mio regalo personale di San Valentino dello scorso anno. Il giorno stesso in cui l’ho ritirata, l’ho portata direttamente dal carrozziere a Via Salaria, a Roma Nord, per iniziare la trasformazione. Il modello, usato, era già uscito dalla fabbrica come limited edition dedicata a Hello Kitty con gli adesivi del musetto della gatta sulle portiere, che sono l’unica cosa originale che ho lasciato sulla scocca dell’auto”.
 
Gfari-ciglia2li accessori sono particolarissimi. A partire dalle ciglia glitterate sui fari…
“Sì, sono tanti e tutti rigorosamente originali, compresa   la marmitta a forma di testa della gatta  e l’antenna con il suo musetto all’apice. All’interno ho fatto istallare un apparecchio dotato di microfono in grado di emettere vari suoni, tra cui i versi di vari animali compreso, ovviamente,  il suono del miagolio”.

 
L’abitacdispenser-acquaolo è un piccolo mondo di creazioni vezzose ma anche utili…
“Sì, c’è un mini frigo perfettamente funzionante, il dispenser dell’acqua e un porta-bicchieri, un tavolino, le posate, il porta-pranzo; il phon, la piastra per i capelli, vari articoli di cartoleria come scotch, metro, penne, matite e persino la tv”.

 

Dove hai acquistato gli accessori?

“Quasi tutto online su siti di Singapore. L’unico negozio dove fisicamente sono andata è Camomilla, rivenditore ufficiale dei gadget di Hello Kitty, a Valmontone Outlet”.

 

Quanto tempo e quanto ti è costato questo gioiellino?

“Due mesi il carrozziere e quattro giorni e quattro notti io per completare la mia personale opera d’arte! Il budget necessario sfiora i quaranta mila euro, tra   costo  dell’auto, il lavoro del carrozziere e gli accessori interni ed esterni”.

 

gloria-dentro-1Immagino ti sentirai gli occhi puntati addosso quando sei al volante (tutto pizzo e merletti)!
“Sì, andare in giro con la Smart è come uscire con Belen nuda, si girano tutti, soprattutto gli uomini.
Mi capita spesso di essere fermata da ragazzi e ragazze che mi chiedono di farsi una foto con lei  . Pensa che una volta allo stop dei carabinieri non mi hanno chiesto né patente né libretto : mi hanno fatta scendere e si sono fotografati in divisa accanto alla mia Smart”.

 

Quando esci con le tue bimbe  per fare la spesa,  invece, che auto usi? E soprattutto, come donna al volante che voto ti dai?

“La mia Toyota Rav 4 è l’alternativa quotidiana alla Smart, ma in ogni caso al volante credo di meritare un bel 10”.  

Valeria Buzi