La mamma è sempre la mamma: dediche speciali

08 / 05 / 2015

 La mamma è sempre la mamma!
Quell’amore incondizionato che c’è senza mai essere invadente, il riferimento costante da cui si ritorna, faro silenzioso nella notte della vita: mamma è carezza e sguardo severo, mamma è casa, è sole, è profumo di viole e colori pastello. Alla mamma, dalla quale cominciano i nostri respiri, dedichiamo un augurio speciale, raccontando le storie dei legami indissolubili che voi lettori di Tiburno avete voluto condividere con noi… 

Simona in Erasmus a Parigi: “La mia dedica speciale per mamma Donella”

 “Voglio ringraziarti per avermi reso la donna che sono oggi perché se non mi perdo mai d’animo è soltanto merito tuo, della forza che hai sempre avuto e della certezza di averti sempre al mio fianco”.

Una dedica speciale che arriva dalla Francia e precisamente da Parigi dove Simona Galeri, studentessa 24enne di Bagni di Tivoli in Erasmus, ha voluto sorprendere la mamma Donella Boesini (53 anni) con un pensiero speciale: “Mia madre è prima di tutto la mia migliore amica ed è la prima persona a cui penso per uscire, per fare shopping e per andare al cinema: è davvero raro che mi dica di no!”. “Una mamma per amica” non è soltanto il titolo di una nota serie televisiva americana, ma la descrizione esatta dello splendido rapporto che lega Donella e Simona: “La nostra soddisfazione più grande? I complimenti di parenti ed amici in merito al legame che ci unisce ci riempiono di orgoglio!”.

Simona, immagino che tua mamma sia stata una perfetta compagna di giochi …

Assolutamente sì, anche se io ero un “maschiaccio” e preferivo giocare a pallone o rotolarmi nell’erba. Nelle serate invernali però, il bracciolo del nostro divano si trasformava in una passerella ed io e la mamma ci divertivamo a far sfilare le Barbie perdendo totalmente la cognizione del tempo!

In cosa vorresti assomigliare a lei?

La rimprovero di essere troppo buona e di dire sempre “sì”, ma confesso che in questo vorrei essere più come lei, pronta a preoccuparsi sempre più degli altri piuttosto che di se stessa. La conosco talmente bene che i suoi preziosi consigli sono sempre con me!

Come ha preso il tuo momentaneo trasferimento a Parigi?

Appena consegnai i moduli per l’Erasmus, la chiamai e lei era già nel panico, chiedendomi in continuazione quale fosse la data esatta della partenza. Sono qui da 3 mesi e devo farle i complimenti perché conoscendola so che l’ansia la divora ma riesce a nasconderlo bene, grazie anche alle nuove tecnologie che ci permettono di sentirci giornalmente. Qualche giorno fa mi ha scritto un messaggio che mi ha fatto commuovere: “Non credevo ma sono felice di questa esperienza, anche se mi manchi, riesco a capire”. Credo che l’Erasmus abbia arricchito entrambe.

Tra l’altro, Parigi è stato lo scenario di una bellissima vacanza …

La più bella forse! Abbiamo viaggiato molto insieme e nel 2011, insieme a papà, abbiamo scelto come meta Parigi: pensate che mia mamma ha superato persino la paura dell’aereo in quel viaggio ed ora può venirmi a trovare tutte e volte che preferisce!

 

di Angelica Cardoni

 

 

Valentina e mamma Sandra , come amiche inseparabili …

sandra-e-valentinaAllegra, ottimista ed esigente, Sandra Pennacchiotti, 53enne di Guidonia, è una casalinga appassionata di qualunque forma d’arte. Nata a San Paolo in Brasile, è la mamma orgogliosa della bella 21enne Valentina Mariani, un’inguaribile romantica, un po’ lunatica e permalosa, commessa in una gioielleria e, come tutte le ragazze della sua età, ama andare a ballare, leggere, divertirsi con i suoi amici e soprattutto viaggiare, una delle passioni che condivide con sua madre.

“Si, lei è la mia migliore amica perché so che potrei confidarle tutto, ci sarebbe sempre per me”.   “Il nostro è un legame eterno – aggiunge la signora Sandra-   ci capiamo al volo e insieme ci divertiamo davvero molto. A volte il mio ruolo di madre mi impone di mettere le virgole su alcune cose, ma   penso che se fossi una sua amica mi divertirei moltissimo perché Valentina è davvero una persona che ti fa ridere!

E se dovessero descriversi l’una con gli occhi dell’altra?

Mia madre è simpatica, amorevole, premurosa ma come me è anche molto testarda, pensa di avere sempre ragione e soprattutto è una grande maniaca del controllo!” risponde Valentina definita con orgoglio da sua madre come una ragazza riflessiva e responsabile. “ Anche se a volte capita che magari discutiamo con toni accesi, non riusciamo a stare lontane o a non parlarci per più di dieci minuti”.(Cla. Bri.)