Monterotondo – L’ex mobilificio va alla chiesa ortodossa romena, e la mensa dei poveri si sposta alla stazione

17 / 06 / 2015

La “mensa” per gli stranieri in difficoltà – romeni, polacchi, bulgari ma anche qualche italiano – si sposta sotto il parcheggio della Stazione di Monterotondo.

Venerdì scorso 12 giugno gli occupanti hanno dovuto sgomberare i locali dell’ex mobilificio di via Salaria 123, davanti ai carabinieri e al personale della Polizia di Stato intervenuto per verificare che tutto filasse liscio.

scalo romeni1Al posto dell’associazione che si occupa di stranieri in difficoltà – soprattutto romeni – ora c’è la chiesa ortodossa romena, a cui i locali sono stati assegnati dal Comune in via provvisoria.
Ora la distribuzione domenicale di cibi freddi, che prima si teneva nei locali sequestrati alla criminalità organizzata allo Scalo, si svolge sotto il parcheggio della stazione di Monterotondo, con tanto di autorizzazione della Questura di Roma e zona vietata alla sosta da parte del Comune di Monterotondo.
La distribuzione dei generi alimentare dovrebbe andare avanti ancora per qualche domenica.

 

Su Tiburno in edicola questa settimana un approfondimento sulla vicenda dei locali di Monterotondo Scalo