Tivoli – Turismo, nel 2015 visite in calo per Villa d’Este e Villa Adriana

13 / 01 / 2016

Visitatori in calo nel 2015 a Villa d’Este e Villa Adriana. Dopo il boom registrato l’anno precedente, il 2015 si è chiuso con un numero totale di 21.742 ingressi in meno nei due siti tiburtini patrimonio dell’Umanità dell’Unesco rispetto al 2014.

Ad ufficializzare i dati è il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che ha reso pubblici i numeri che riguardano le visite ai musei italiani nell’anno appena concluso.

 

Villa d’Este fuori dalla top ten italiana
A Villa d’Este nel 2015 sono entrati 439.468 visitatori per un incasso totale pari a 2.253.186 euro di incassi, l’anno precedenti erano stati 451.999 (-12.531) e nel 2013 la soglia toccata era stata di 412.468 biglietti staccati. Numeri che hanno fatto perdere posizioni a Villa d’Este nella classifica dei musei più visitati in Italia, infatti i giardini e le fontane di Tivoli sono scivolate fuori la top ten piazzandosi all’11esimo posto della top 30 nazionale.

 

villa adriana3In calo anche Villa Adriana
Numeri più bassi per Villa Adriana che nel 2015 ha contato 222.872 visitatori, 9.211 in meno rispetto ai 232.083 registrati nel 2014. Nel 2013 erano stati 207.419. Gli incassi per la dimora dell’Imperatore Adriano si sono attestati a 903.633 euro nel 2015.

 

 

LE CLASSIFICHE

I luoghi della cultura più visitati nel 2015 in Italia

1) Colosseo (6.551.046 visitatori, +6% rispetto al 2014, pari a +369.344 ingressi)
2) Scavi di Pompei (2.934.010, +12% pari a +312.207 ingressi)
3) Uffizi (1.971.596, +2% pari a +35.678 ingressi)
4) Gallerie dell’Accademia di Firenze (1.415.397, +6% pari a +79.656 ingressi)
5) Castel S.Angelo (1.047.326, +2,5% pari a +26.007 ingressi)
6) Circuito Museale Boboli e Argenti (863.535, +5% pari a +40685 ingressi)
7) Museo Egizio di Torino (757.961 +33% pari +190.273 ingressi)
8) Venaria Reale (555.307 visitatori e una crescita del +6,5% degli introiti)
9) Galleria Borghese (506.442, invariato rispetto al 2014)
10) Reggia di Caserta (497.158, +16% pari a +69.019 ingressi).
11) Villa D’Este (439.468 e 2.253.186 euro di incassi)
12) Galleria Palatina di Firenze (423.482)
13) Cenacolo Vinciano (420.333)
14) Museo Archeologico Nazionale di Napoli (364.297)
15) Museo Nazionale Romano 356.345)
16) Scavi di Ercolano (352.365)
17) Cappelle Medicee (321.043)
18) Scavi di Ostia Antica (320.696)
19) Polo Reale di Torino (307.357)
20) Paestum (300.347)
21) Museo Archeologico di Venezia (298.380)
22) Gallerie dell’Accademia di Venezia (289.323)

 

I 10 luoghi più visitati nel Lazio

1) Colosseo – Foro Romano – Palatino 6.551.046 ingressi (+6%) e incassi 44.613.000 euro (+8%)
2) Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo 1.047.326 (+2,5%) e 5.556.159 euro (+8%).
3) Galleria Borghese 506.442 e 3.355.542 euro (+4%)
4) Villa d’Este a Tivoli 439.468 e 2.253.186 euro
5) Circuito del Museo Nazionale Romano 356.345 (+18%) e 1.270.869 euro (+22%),
6) Scavi di Ostia Antica 320.696 e 1.070.636 euro
7) Circuito Terme Caracalla, Tomba C. Metella, Villa Quintili 282.142 (+6%) e 996.282 euro (+5%)
8) Villa Adriana 222.872 visitatori e introiti per 903.633 euro (+65%) 
9) Galleria Nazionale d’Arte Moderna 138.140 e 434.683,5 euro (+29%)
10) Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini con 119.997 (+12%) e 443.452 euro (+13%)

 

Nei 97 luoghi della cultura statali presenti nel Lazio nel 2015 gli ingressi sono aumentati dell’8% rispetto al 2014 con 19.750.157 visitatori. Per gli introiti si segnala un +8% rispetto al 2014 su un totale di 62.838.837 euro.