Erica, “Nella natura trovo la mia oasi di relax”

27 / 05 / 2016

CHI E’  Erica Tortora, classe ’73, origini pugliesi e tiburtina d’adozione, è felicemente sposata da 15 anni con l’imprenditore Umberto Raimondi (dirigente della società calcistica Asd Tivoli 1919) e  mamma di due figli maschi (Riccardo di 9 anni e Leonardo di 6). Solare, determinata e schietta,   nel suo lavoro quotidiano di casalinga “tutto fare” mette sempre una buona dose di  estro e fantasia esprimendo al meglio la sua “meridionalità”  di cui va fiera.   
 
 
 
 


 2I prodotti della terra sono così abbondanti che Erica, amante della cucina genuina, si diletta a trasformarli anche in sott’oli e conserve al naturale da consumare durante l’anno, comprese le marmellate di albicocche, prugne e pesche raccolte dagli alberi da frutta. “I nostri ulivi garantiscono una produzione di olio extravergine biologico sufficiente per un anno intero  – spiega -e così ogni pietanza ha un sapore ancora più buono”. Regina indiscussa della cucina, Erica delizia il palato di familiari e amici con ogni tipo di specialità dolce e salata, compreso il pane casereccio cotto al forno a legna che abbiamo assaggiato e di cui non potevamo non farci dare la ricetta!

11118137 1644287115787144 10128141920111899 na ricetta del pane fatto in casa
Considerando i tempi di lievitazione (36 ore) Erica consiglia di iniziare la prima fase di preparazione al mattino presto per infornare il vostro pane la sera successiva

FASE 1: preparate il “lievitino” con 100 g di farina, mezza bustina di lievito liofilizzato, acqua a sufficienza per ottenere un composto che abbia la densità simile a quella dello yogurt. Lasciatelo lievitare per 6-7 ore in un contenitore ben chiuso.
FASE 2: trascorse le 6-7 ore unite al lievitino 1 Kg di farina( di cui metà  farina bianca e metà  farina ai cereali o integrale), un cucchiaio di sale e acqua a sufficienza per ottenere un impasto abbastanza consistente che andrà messo in un contenitore chiuso ermeticamente e riposto in frigo (nel ripiano basso). Dopo circa 6 ore rimaneggiate l’impasto e rimettetelo in frigo dove resterà per tutta la notte (se avete iniziato il procedimento al mattino come fa Erica)
FASE 3 : Dopo la lunga lievitazione di 12 ore in frigo si rimpasta nuovamente e rimesso in frigo per altre 10 ore. Adesso date all’impasto le forme desiderate, completate il vostro capolavoro con semini di sesamo e lasciate lievitare ancora un’ora prima di infornare.

FORNO: riponete un pentolino d’acqua nel ripiano basso del forno, impostate la temperatura a 200° (modalità statica) e infornate  subito il pane ancor prima che raggiunga la temperatura.  

NOTA BENE: Erica segue lo stesso procedimento per fare la sua pizza ultra digeribile. Unica variazione: usate solo la farina bianca e lasciate l’impasto ( fase 2) più morbido