La tua città, ovunque tu sia

Al via il festival “Tivoli Chiama” con tanti ospiti illustri

28 / 06 / 2017

“Tivoli Chiama” torna e porta tra i monumenti più belli della città moltissimi ospiti illustri per un calendario indimenticabile. La terza edizione prende il via dal 30 giugno al 29 luglio.
 

Il Festival è realizzato e finanziato dal Comune di Tivoli con il contributo della SIAE e in collaborazione con il Mibact continuando la collaborazione con il nuovo istituto Villa Adriana e Villa d’Este. Gli eventi avranno luogo nei meravigliosi siti archeologici di Villa D’Este, Santuario di Ercole Vincitore e Villa Adriana.

SCONTO COTRAL – Quest’anno i clienti Cotral in possesso di un biglietto potranno ottenere uno sconto di 2,00 euro sull’acquisto di ogni singolo biglietto per gli eventi a pagamento. Il “ridotto Cotral” è riservato esclusivamente ai possessori del titolo di viaggio Cotral validato tra il 30/06/2017 e il 29/07/2017 e ai titolati di abbonato mensile interregionale Cotral in corso di vanità.

tivoli chiama

 

 

 

 

 

 

 

IL PROGRAMMA DI TIVOLI CHIAMA 2017:

Il 30 giugno l’apertura sarà affidata al Video Mapping della Visual Artist Alessandra Franco sulla Rocca Pia “De Siderum” sul tema “Europa” per proseguire alle 21.30 con il concerto dell’Orchestraccia all’Anfiteatro di Bleso.

2 LUGLIO – Il Festival proseguirà con uno spettacolo di musica e poesia di Michele Placido il 2 luglio a Villa Adriana dal titolo “Suite per Voce Solista” accompagnato dalla musica di Marco Zurzolo Quartet.

8 LUGLIO – L’8 luglio il Maestro Giovanni Allevi in concerto al Santuario di Ercole Vincitore.

14 LUGLIO – Sempre al Santuario di Ercole Vincitore il 14 luglio Teresa De Sio canta Pino Daniele

27 LUGLIO Sabina Guzzanti porterà in scena il suo spettacolo “Come ne venimmo fuori”.

29 LUGLIO – La chiusura del Festival il 29 luglio è affidata allo spettacolo di danza acrobatica “Meraviglia” dei Sonics che si terrà in Piazza Garibaldi, concludendo la kermesse con una grande festa di piazza.

A Villa d’Este, proseguendo il percorso avviato dalla fortunata iniziativa Tivoli Incontra, nelle splendida cornice della Terrazza della Pallacorda il 6 luglio Barbara Alberti presenterà il nuovo romanzo di Fiamma Satta “IO E LEI. Confessioni della Sclerosi Multipla” con letture di una delle più grandi attrici italiane Piera Degli Esposti. Il 15 luglio il Premio Strega 2016 Edoardo Albinati presenterà il suo nuovo libro “Un Adulterio” accompagnato da Francesca d’Aloja nella lettura del testo.

“Tivoli ha un patrimonio culturale straordinario e che attraversa secoli di storia – dichiara il sottosegretario on. Ilaria Borletti Buitoni – valorizzarlo anche attraverso delle iniziative così articolate e ricche come “Tivoli Chiama” è un modo per creare un sistema culturale integrato, un esempio per tutto il Paese che coniuga la bellezza del contesto con lo spettacolo dal vivo creando un’offerta di cultura veramente unica”.
“Dobbiamo inoltre ricordare – fa presente l’Assessore alla Cultura Urbano Barberini – che nessun altro festival al mondo può vantare dei palcoscenici così straordinariamente diversi, e di una bellezza incomparabile”. “La finalità ultima – sottolinea Barberini – è quella di creare un sistema integrato che favorisca una sinergia tra le attività culturali, turistiche e imprenditoriali e i beni culturali, al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile, in armonia con la vocazione propria del territorio tiburtino, trasformando Tivoli in una vera e propria “Fabbrica di Cultura” per gli artisti, favorendo la crescita di un pubblico che si affezioni alla città e ai suoi luoghi. Le “Arti” in questo modo saranno lo strumento attraverso il quale accrescere e coltivare sentimenti d’identità e aggregazione, insieme ad innovazione, contemporaneità e interculturalità”. “Crediamo assolutamente in una piattaforma culturale condivisa con le istituzioni del territorio – evidenzia Il Direttore dell’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este dott. Andrea Bruciati – che riconfiguri in maniera proattiva e nuova l’identità di questa comunità. Ci interessa costruire collaborazioni attive per immaginare una Tivoli inclusiva che abbia sempre maggiore consapevolezza del proprio valore”.