La tua città, ovunque tu sia

Impresa Castrum in Coppa Lazio, Caprioli e Scarafile eliminano il Civitacastellana

15 / 03 / 2018

 
CASTRUM – CIVITACASTELLANA 2-0 (andata 0-1)
Recuperare uno 0-1 nella gara di andata è una delle situazioni calcistiche più complicate in una competizione calcistica. Il non aver segnato un gol in trasferta vuol dire che l’avversario nel match di ritorno se realizza un gol ti costringe a segnarne tre per passare il turno.

E allora quella firmata mercoledì 14 marzo dal Castrum è da considerarsi come una vera e propria impresa. Nel match di andata i rossi del Civitacastellana avevano vinto 1-0 e non avevano subito gol. Per questo nella gara di ritorno il merito maggiore di questa qualificazione è da ascrivere interamente a Massimo Bruni. Il mister in sede di preparazione di questa delicata sfida non ha sbagliato una sola mossa. Nel primo tempo non ha fatto scoprire la squadra, non li ha invitati a lanciarsi all’attacco affidando alla retroguardia guidata da Romagnoli e De Felice con Quattrocchi e Luce sugli esterni di tenere molto alta la linea difensiva costringendo i castellani a lanciare molto i propri attaccanti e a non cercare la manovra elaborata. Poi nel momento decisivo ha indovinato i cambi mettendo in crisi il Civitacastellana con la posizione ibrida di Mariotti che si è posizionato sulla destra del fronte offensivo con Santarelli al centro e Scarafile a sinistra. A centrocampo il rombo disegnato da Massimo Bruni ha permesso a Checchi di controllare il gioco e di aiutare la difesa. Caprioli sull’out di sinistra e De Castro nel fronte opposto hanno spinto fiaccando la resistenza degli esterni rossoblù e mettendoli nelle condizioni di sbagliare. Dopo settantacinque minuti di lavoro ai fianchi il Castrum ha iniziato a percuotere la difesa castellana e quest’ultima ha iniziato a vacillare. Prima il calcio di rigore di Santarelli parato molto bene dal portiere del Civitacastellana ma poi dopo pochi minuti su angolo dal settore destro Caprioli è intervenuto al volo di piatto sinistro mettendo la palla nell’angolo lontano dalla portata del portiere. Ristabilita la parità il Castrum ha continuato ad attaccare e una conclusione di Luci è stata ribattuta con fatica dai difensori ospiti. Nelle fasi finali poi è arrivato il gol della qualificazione, quello del 2-0 finale con Scarafile (vedi foto in alto, ndr) che da sotto misura impatta il pallone e lo manda alle spalle del portiere castellano. E’ il gol della qualificazione con tripudio finale dei gialloblù di Monterotondo. “Voglio fare i complimenti a tutti i ragazzi e al nostro mister – spiega il ds Stefano Caleca – per come hanno condotto e per come hanno interpretato questa gara. Recupare uno 0-1 è sempre complicato e la maniera con il quale i giocatori e il mister hanno preparato la partita è stata perfetta. Ora siamo in semifinale e dopo il trionfo della scorsa stagione vogliamo regalarci un’altra grande emozione, quella di bissare il successo della passata stagione”.

 

di Sergio Toraldo