La tua città, ovunque tu sia

Roma – Una visita nell’affascinante quartiere Coppedè

29 / 03 / 2018

Un quartiere di Roma unico nel suo genere anche se poco conosciuto. La zona Coppedè si trova all’interno del quartiere Trieste a pochi passi da Villa Borghese. Qui, arte greca, barocco, stile medievale e liberty si fondono per creare un’archittura bizzarra e del tutto inaspettata.

coppedeUn lavoro di realizzazione che è durato 10 anni dal 1910 al 1920, data in cui l’architetto Coppedè morì. Circa 31.000 mq ci pura arte, con 40 strutture  che si collocano intorno al nucleo centrale di Piazza Mincio.

Un ambiente particolare che grazie alla sua bellezza è stato utilizzato come ambientazione di molti film. Inoltre  è un’idea per allontanarsi dai soli tour di Roma.

In Via Arno c’è l’ingresso principale del quartiere, delineato da un maestoso arco.

Andando aldilà dell’arco il tutto si articola intorno a Piazza Mincio, una bellezza inaspettata e affascinante è quella che potrete trovare in questa bizzarra zona.

 

dsc 0202Lo spazio centrale è occupato dalla Fontana delle rane, un’imponente struttura, composta da una vasca esterna circolare, posta al di sopra di un gradino e un’altra vasca corredata da ben 12 rane. . La fontana è molto famaosa anche per il bagno che i Beatles vi fecero vestiti dopo un loro concerto tenuto nella vicina discoteca Piper.

 

Molto belli i due Palazzi degli Ambasciatori, un complesso edilizio composto da due unità triangolari e altrettante torrette. Le torri sono unite dall’arco, decorato da personificazioni della Vittoria Alata e altri addobbi, fra cui una coppa, un chiaro richiamo al Santo Graal.
Dal soffitto dell’arco scende un lampadario in ferro battuto che per alcuni è un riferimento alla Massoneria, i cui membri erano anche detti “figli della luce”, luce della conoscenza per accedere alle verità nascoste.

 

Due sono gli edifici più rilevanti: la Palazzina del Ragno di ispirazione assiro-babilonese che si contraddistingue per un grande ragno sulla facciata  e il Villino delle Fate caratterizzato da una totale asimmetria, con archi e fregi medievali realizzato con la fusione di diversi materiali, come il marmo, il laterizio, il travertino, la terracotta, il vetro.

 

Come raggiungere Raggiungere il quartiere Coppedè

Partendo dalla stazione Termini si può prendere l’autobus 92  e scendere a Tagliamento /Clitunno, sono circa 11 fermate. Da via Tagliamento raggiungere Via Arno.