La tua città, ovunque tu sia

Tivoli 1919, tutti insieme, dirigenti, giocatori e tifosi, verso la grande sfida

02 / 05 / 2018

  Mancano due domeniche alla “madre di tutte le partite”, alla gara che potrebbe decidere il campionato. Nel mezzo il turno di domenica prossima con la Tivoli 1919 che ospiterà allo stadio Arci la Spes 1908 e il Palestrina che invece giocherà in casa dell’Albula.

Poi una di fronte all’altra, Palestrina e Tivoli 1919, per stabilire chi delle due squadre è la più forte. Domenica scorsa i tiburtini hanno regolato il Castelverde con una doppietta di Marco Mori mentre i prenestini hanno rifilato quattro reti all’Atletico San Lorenzo. La classifica vede ancora il Palestrina avanti di tre punti, che sono poi quello dello scontro diretto vinto all’andata allo stadio Ripoli. In casa amarantoblù c’è convinzione e voglia di agganciare il primo posto battendo il Palestrina ma prima c’è da battere la Spes 1908 allo stadio Olindo Galli. E a proposito di stadio Olindo Galli domenica scorsa c’è voluto l’intervento dei tifosi in campo per preparare il campo alla partita con il Castelverde. Non c’erano le righe e non essendoci stata la manutenzione del proprietario del campo sono stati i tifosi della Tivoli 1919 con il loro contributo a permettere che il campo fosse pronto ed omologabile per una partita di campionato. “Sono stati davvero bravi – spiega l’attaccante della Tivoli 1919 Andrea Cavaliere – a offrire la loro opera per segnare il campo. Hanno permesso il regolare svolgimento della gara. Poi in campo ci abbiamo pensato noi a vincere la partita per non perdere contatto dal Palestrina”. Due reti di Mori e gara archiviata. Ora mancano un’altra tappa di avvicinamento alla grande sfida: “Sarà fondamentale – spiega ancora Cavaliere – non perdere punti proprio domenica. Dobbiamo vincere per andare a quota 68 e aspettare quello che fa la squadra del Palestrina. Loro hanno una trasferta non proprio facile perché l’Albula sul suo terreno di gioco è assai pericolosa”.   

di Sergio Toraldo