Ospedale di Tivoli – Dopo l’aggressione la ASL ha fatto partire un audit interno

09 / 08 / 2018

  IL COMMENTO DELL’AZIENDA ASL RM 5 – Dopo l’ennesima aggressione ai danni del personale dell’ospedale di Tivoli del 6 agosto, la Asl ha espresso solidarietà al personale e comunicato che l’aggressore è stato denunciato per danneggiamenti e interruzione di pubblico servizio.

L’azienda ha ringraziato le forze dell’ordine per l’intervento risolutivo, informando che è partito un audit interno. 

 

IL COMMENTO CISL FP – Allo stesso tempo il segretario territoriale CISL FP Dimitri Cecchinelli augura una pronta guarigione al personale aggredito e aggiunge: “Non si può più tollerare che molti nostri colleghi, la cui missione è salvare vite, si rechino a lavoro con la seria possibilità di poter essere aggrediti”. Conclude chiedendo un “Immediato potenziamento delle attività di vigilanza”. 

 

IL FATTO – L’aggressore, padre di un paziente, si è scagliato con violenza contro la porta del reparto SPDC (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura) colpendo due infermiere, una delle quali ha riportato la distorsione di una caviglia.