La tua città, ovunque tu sia

Il Fiano Romano di Pangallozzi vuole tendere una trappola alla capolista Cantalice

04 / 10 / 2018

  Arriva la capolista del raggruppamento B della Promozione e a Fiano Romano tira l’aria giusta del grande avvenimento.

In queste prime cinque giornate già si è capito che ci sarà una grande lotta per vincere il campionato. Le favorite della vigilia, Palestrina e Tivoli 1919, finora in trasferta hanno steccato in un paio di occasioni e la grande regolarità del Cantalice, formazione del reatino, ha permesso a Monaco e compagni di prendere la testa della classifica. E domenica proprio la capolista Cantalice è attesa al “Sandro Pertini” per mettere a fuoco le potenzialità dell’undici guidato da Piercarlo Antoniutti. Un Fiano Romano profondamente diverso nel gioco e anche nella composizione della rosa rispetto a quello della passata stagione: “Abbiamo cambiato gioco – spiega il mister del Fiano Romano – per via della diversa composizione del nostro attaccante di riferimento. Nella passata stagione avevamo un grande bomber, Angelo Pangrazi, passato al Vicovaro, che catalizzava quasi tutte le giocate. Ora invece abbiamo un attaccante diverso, Patrick Giannetti, con un Pangallozzi (nella foto in alto, ndr) che sta giocando partite meravigliose mettendo in risalto tutta la sua classe”. E la punta fianese domenica scorsa è stato il grande protagonista della bella vittoria che la sua squadra ha colto sul campo della Vis Subiaco. Successo che rilancia il club nel novero delle migliori: “Il mio giudizio su questo campionato è comunque positivo – spiega mister Antoniutti – abbiamo affrontato il S. Angelo Romano che è nelle prime posizioni di classifica, pareggiato a Palestrina che è la squadra più forte del girone, abbiamo perso ma a Roma con il Giardinetti che è stata prima fino a domenica scorsa. L’unica partita dove non ci siamo espressi al meglio è quella interna con la Maglianese. La squadra ha margini importanti di miglioramento, la partitissima con la capolista Cantalice ci dirà che cosa siamo per questo campionato”.

 

di Sergio Toraldo