La tua città, ovunque tu sia

Paradiso Real Monterotondo Scalo, quaterna spettacolo e primo posto agganciato

15 / 10 / 2018

  GUARDA IL VIDEO – La domenica perfetta è stata servita allo stadio Ottavio Pierangeli di Monterotondo Scalo.

Perché potesse succedere che il Real Monterotondo Scalo agganciasse il primo posto serviva vincere e poi con l’Astrea e con la Valle del Tevere che dovevano non vincere.

GUARDA IL VIDEO — E’ successo tutto quello che si auguravano in tribuna gli estasiati Bruno Saccà, Salvatore Varsalona, Carlo Curcuruto, Riccardo Albanesi e poi Cambiotti, Giacomozzi, Agnolet, Merli e tutti i dirigenti rossoblù presenti. Stritolando il Campus Eur con il punteggio finale di 4-0 il Real Monterotondo Scalo si è accomodato in prima fila insieme all’Astrea guardando dall’alto tutte le altre formazioni dell’Eccellenza girone A. Sette giornate di campionato che ricorderanno a lungo da queste parti. Intanto c’è da dire che la macchina da tre punti messa a punto da David Centioni domenica non ha fallito un colpo mettendo in mostra i primi venti minuti di calcio stellare nella quale ha realizzato due gol per poi rallentare i ritmi. Al 1° di gioco Politanò di testa ha sfiorato il palo, al 6° il Real Scalo va già in gol, palla fantastica di Abbondanza per Collacchi che spara a rete con forza, sulla traiettoria arriva Politanò e mette in rete (nella foto il gol con il portiere Forzati che non può fare nulla, ndr).

Il-gol-di-Politanò-al-6-di-gioco-11

Passato in vantaggio il Real Monterotondo Scalo ha continuato ad attaccare con folate ariose con i giocatori di fascia coinvolti nella costruzione delle occasioni. Al 9° il Real raddoppia, da sinistra il giovane classe 1999 Sofia crossa in maniera insidiosa tanto da mettere in difficoltà il portiere ospite che smanaccia la palla facendola pervenire al bomber Valerio Nardecchia. La sua conclusione non ha lasciato scampo al Campu Eur. Neanche sono trascorsi dieci minuti e il Real Monterotondo Scalo è già avanti 2-0. Centioni non potendo contare su Pascu, un leggero fastidio muscolare lo fa sedere in panchina, schiera davanti a Santi la canonica difesa a quattro con il 2001 Francisci a destra, il 1998 Marini a sinistra, con al centro la coppia storica del Real formata da Andrea Politanò e dal Flavio Albanesi. A centrocampo fino a quando è stato in campo le chiavi del gioco le ha avute Lalli con Abbondanza e Sofia di supporto con in avanti il tridente Lupi – Nardecchia – Collacchi. Con la vivacità dei due esterni di difesa e con la coppia granitica al centro il portiere Santi trascorre minuti tranquilli fino al 45° quando Valentini dal limite sfiora il suo palo. Nella ripresa è ancora Campus Eur a farsi vivo con Regis pericoloso su assist di Carice. Ma è il subentrato Gianluca De Dominicis ( nella foto in alto mentre esulta)  a chiudere la gara al 15° della ripresa al termine di un’azione molto bella portata avanti da Sofia e finalizzata dall’ex Roma con una giravolta in area e palla nell’angolo opposto. Grande gol fatto da un giocatore che di classe ne ha da vendere. A questo punto il Real fa accademia con azioni di prima che strappano applausi al pubblico presente. Alla mezzora arriva il quarto gol ad opera di un altro subentrato, Luca Fiorucci. Segnale questo che dice al mister che di titolari in questo grande Real Monterotondo Scalo ce ne sono tanti. Ora trasferta sul terreno del forte Montespaccato con due certezze, il Real Monterotondo Scalo ha la fase offensiva più prolifica del girone mentre nelle ultime tre partite ha incassato un solo gol. Ottimi segnali per il futuro.

di Sergio Toraldo

NEL VIDEO L’INTERVISTA ALL’ALLENATORE DEL REAL MONTEROTONDO SCALO DAVID CENTIONI