Vicesindaco di Montelibretti, chiusura CARA: “Il sindaco di Cerveteri ci risparmi passerelle”

23 / 01 / 2019

“Il sindaco di Cerveteri ci risparmi passerelle e pensi ai problemi della sua città” così Giuseppe Gioia, vicesindaco di Montelibretti in merito alla chiusura del Cara di Castelnuovo di Porto. E ancora: “La chiusura del Cara di Castelnuovo di Porto è sicuramente una buona notizia per il nostro territorio, ma purtroppo, come già accaduto con l’ex fabbrica di penicillina a Roma (da giorni di nuovo occupata da immigrati), si tratta solo di uno sgombero pubblicitario e propagandistico utile a raccattare consensi, ma totalmente inefficace. Se a questi sgomberi non seguiranno i rimpatri, ci ritroveremo con centinania di persone che vagheranno per Roma e provincia e il problema del degrado e della delinquenza sarà semplicemente spostato altrove. Detto questo, troviamo ridicole e fuori luogo le passerelle di chi, come il sindaco di Cerveteri, viene a difendere una struttura che fu al centro dell’inchiesta “Mafia capitale” e che oltretutto si trova a più di 70km dalla sua cittadina. Pascucci viene a difendere gli operatori del Cara ed esprime vicinanza al Sindaco di Castelnuovo, ma molto probabilmente non ha mai percorso quel tratto di strada a piedi e sicuramente non ha nemmeno mai parlato con chi vive in quella zona”.