Acqua Pubblica Sabina, Marco Piergotti è il nuovo vicepresidente

È Marco Piergotti il nuovo vicepresidente della società “Acqua Pubblica Sabina spa”. Una battaglia vinta per i sette comuni della Sabina Romana che lo avevano indicato come proprio rappresentante nel consiglio di amministrazione lo scorso dicembre e in particolare per quello di Palombara Sabina, dove il gestore idrico si appresta a inaugurare una nuova sede al posto di quella vecchia ex Ics di Stazzano.

“Devo ringraziare il sindaco Alessandro Palombi per la tenacia con cui ha portato avanti questa battaglia giusta – spiega Piergotti – Per il numero degli abitanti espressi e non solo, è fondamentale per questi sette comuni avere un proprio rappresentante con un ruolo importante”.

“Acqua Pubblica Sabina spa” è una società partecipata esclusivamente da enti pubblici locali che è subentrata in tutti i Comuni appartenenti all’Ato 3, ad esclusione di quelli a gestione salvaguardata, ossia tutti i comuni provincia Rieti, otto comuni della provincia di Roma, e sei della Sabina ossia Montorio Romano, Montelibretti, Monteflavio, Moricone, Nerola e Palombara Sabina. Ha le due sedi principali a Rieti e Palombara Sabina. Proprio il loro rinnovamento è uno dei prossimi obiettivi della società.

“Vogliamo rinnovare l’immagine dell’azienda e fornire un servizio di sportello adeguato ai cittadini – prosegue Piergotti – Tra i prossimi obiettivi, inoltre, c’è il proseguimento dell’attività di acquisizione, visto che non tutti i comuni sono passati, l’adeguamento dei depuratori e la messa in sicurezza perché questo vuol dire voler bene all’ambiente. Tutte operazioni che vanno portate avanti senza aumento delle tariffe per i contribuenti, ma grazie all’operazione di chiusura dell’interferenza tra Ato 2 e Ato 3, che potrebbe portare un vantaggio economico non indifferente per la società”.

Lo stallo delle nomine era andato avanti per mesi durante lo scorso anno, con il sindaco Palombi arrivato a minacciare denunce. L’assemblea incriminata era stata quella del 2 luglio, quella che prevedeva tra i punti all’ordine del giorno anche l’elezione dei componenti del consiglio di amministrazione per il triennio 2018-2020. In quella sede alcuni rappresentanti dei comuni, tra cui quelli di Palombara Sabina, avevano provato ad evidenziare “evidenti irregolarità nella valutazione dei candidati” come si legge nelle delibere di questi giorni. Ma il presidente del Cda aveva proceduto ugualmente con le operazioni di voto.

Da allora era iniziata una battaglia politica che è finita appunto nei giorni scorsi con la nomina a vicepresidente di Marco Piergotti, su volontà dei comuni della Sabina Romana.