Pangallozzi ed il Fiano Romano alzano il tiro: “Tivoli fortissima ma noi non molleremo”

13 / 02 / 2019

Tivoli in fuga, solo il Fiano Romano sta resistendo alla folle andatura impressa al campionato dalla formidabile armata di Andrea Di Giovanni. Settantaquattro gol realizzati in ventuno partite sono un record, la squadra vince da ben otto gare eppure la capolista Tivoli 1919 sta…. faticando solo a scrollarsi di dosso il sorprendente Fiano Romano allenato da Piercarlo Antoniutti. La formazione tiberina nonostante la Tivoli viaggi a velocità supersonica è a soli…quattro punti. Il campionato è dunque aperto, almeno per ora. Uno degli alfieri del Fiano Romano è l’attaccante Giulio Pangallozzi. Punta veloce, intelligente, tatticamente opportunista, Pangallozzi con Pangrazi e con il jolly Giannetti stanno tenendo duro guidando la squadra e restando aggrappati alla corazzata che guida il campionato. La Tivoli 1919 stravince, il Fiano Romano vince. Domenica contro la Vis Subiaco, formazione ostica e con la migliore difesa del girone, ha vinto di misura grazie ad una rete di Nico Bragalente direttamente da calcio d’angolo cogliendo la terza vittoria consecutiva dopo quelle ottenute contro Palestrina e Maglianese con la conseguenza positiva per la squadra di blindare il secondo posto.

Giulio Pangallozzi ma questo campionato è davvero già finito visto come sta viaggiando la Tivoli 1919?
“Da quando si sono rinforzati sul mercato sono diventati fortissimi. Erano già una buona squadra ma non avevano gruppo, ora con il mercato di dicembre è tutto cambiato e fanno soprattutto una valanga di gol ad ogni partita. Sono la favorita numero uno ma il campionato ancora non è chiuso”.

Il 2 dicembre scorso proprio a Fiano Romano la Tivoli 1919 ha conosciuto l’ultima sconfitta. Battuta 3-0 grazie alle reti di Turchi, Giannetti e di un certo Pangallozzi. Quindi?
“Quella domenica è stata bellissima per noi. La squadra ha fatto una gara eccezionale e ha dominato la Tivoli 1919 dal primo all’ultimo minuto ma quella era la Tivoli prima versione, quella di oggi è molto diversa”

Tra un mese ci sarà lo scontro diretto all’Olindo Galli. Che sensazioni hai su questa partitissima di cui già si parla?
“Noi ce la giocheremo a viso aperto perché con il potenziale che ha la Tivoli 1919 chiudersi in difesa non avrebbe senso. Loro sono fortissimi ma noi ce la giocheremo contando sul fatto che non abbiamo nulla da perdere e che abbiamo un grandissimo gruppo”

E’ questo il Fiano Romano più forte dove tu hai giocato?
“Indubbiamente. La nostra è una squadra davvero molto forte. Partendo dalla difesa con un portiere fantastico come Baldoni, difensori di grande tenacia come Marcelli e Amoroso, esterni di grande sostanza come Rinaldi, Mandolini, Bracalente centrocampisti di qualità come Mario De Simone, il tecnico e tenace Moretti, il veloce Turchi, il combattivo Agresti e tutti gli altri che compongono la rosa perché chi entra non fa mai rimpiangere quello che è uscito”.

Poi in attacco siete davvero ben messi. Giusto?
“Io sto giocando la mia migliore stagione, al lavoro posso avere dei turni migliori e questo mi permette di condurre una vita più regolare e quindi di allenarmi meglio, Pangrazi è fantastico, potente, tecnico, vede il gioco, apre gli spazi ai compagni e poi Giannetti è un grande calciatore. Sa fare tutto, segna, suggerisce, rincorre l’avversario. Questo Fiano Romano è un grande gruppo e vogliano coronare questa stagione con un importante risultato finale. Il Fiano Romano non ha mai disputato i play-off. Sarebbe bellissimo centrare questo obiettivo”.

Domenica prossima vi aspetta una gara molto difficile. In casa del Cantalice che è dietro di voi a soli quattro punti. Che gara ti aspetti?
“Una partita molto dura perché il Cantalice è una squadra molto forte specialmente quando gioca in casa. Noi abbiamo una grande occasione, quella di vincere e di blindare il secondo posto”

All’andata finì 2-2 con una tua doppietta. Che prometti per questa gara?
“Massimo impegno e tanto sacrificio e poi se segno meglio ancora”.

di Sergio Toraldo