Marco Lupi guarda lontano: “Real Monterotondo Scalo crediamoci”

27 / 02 / 2019

Quattro vittorie consecutive, 3-2 in casa della seconda in classifica, 1-0 in casa del Montaldo, 4-2 in casa all’Astrea, quarto in classifica, 5-2 in casa del Campus Eur. Questo Real Monterotondo Scalo è un rullo compressore che macina gli avversari con l’irriverenza e con l’entusiasmo di chi non ha nulla da perdere e ha invece tanto da guadagnare. Sono sei soltanto in punti che distanziano la capolista Valle del Tevere alla formazione del Real a parità di partite. La Nuova Florida ha cinque punti in più dei rossoblù ma ha anche giocato una partita in più. Dunque teoricamente potrebbe essere avvicinata a due punti. Mai come quest’anno a questo punto del campionato il Real Monterotondo Scalo è stato così in alto in classifica. Dopo ventidue giornate è ufficialmente in piena lotta per vincere il campionato. Domenica arriva al Pierangeli una grande avversaria, il Montespaccato guidato dallo spauracchio Calì. Se i rossoblù dovessero vincere ancora la loro candidatura al primato sarebbe ancora più credibile. Tra le grandi rivelazioni di questa stagione magica c’è Marco Lupi, classe 1990, esterno offensivo di grande qualità. Domenica scorsa in casa del Campus Eur ha realizzato una tripletta consegnando alla sua squadra una vittoria che lancia i rossoblù ancora più in alto.

Marco Lupi, domenica hai realizzato una tripletta ma sono più domeniche che vai in gol, a Montaldo hai segnato il gol della vittoria e in casa della Nuova Florida hai realizzato il gol decisivo. E’ un momento magico per te?

“Non solo per me ma per tutta la squadra. Abbiamo un gruppo fantastico, unito, che rema tutto dalla stessa parte. Non pensavamo a inizio stagione di finire così in alto in classifica ma giorno dopo giorno ho capito che siamo un grande gruppo, compagni fantastici e una società molto professionale. Ora ci troviamo in ballo e allora vogliamo ballare. La vetta è vicina e quello che mi impressiona sono le nostre prestazioni. Vinciamo dominando le partite”.

Come ti sei inserito in questa squadra per te nuova?
“Merito del gruppo storico marchio Real che mi ha accolto subito bene facendomi sentire come a casa mia. Grazie ad Albanesi, a Nardecchia, a Fiorucci, ad Abbondanza, grazie a Politanò. Giocatori fantastici e compagni eccezionali. Qui al Real Monterotondo Scalo non solo mi hanno accolto bene ma sto sempre meglio giorno dopo giorno”.

E si vede quando vai in gol. Quanti reti hai segnato finora?
“Sono a quota otto ed il mio obiettivo personale è di andare in doppia cifra. Sono a buon punto anche se l’obiettivo primario è quello di vincere con la squadra. Marco Lupi deve giocare sempre per la squadra”.

Quali sono gli attaccanti più forti con i quali hai giocato?
“Il Real Monterotondo Scalo ha attaccanti non forti ma fortissimi. Mario Pascu è impressionante, Nardecchia ha la forza di un leone, Collacchi è un grande calciatore. Quanto alle altre squadre Tozzi e Laghigna sono fortissimi”.

C’è stato un difensore che ti ha fatto soffrire?
“Sicuramente Martinelli ex Ciampino. Grande giocatore. Segnare contro di lui è sempre complicato”.

E quale allenatore ti ha insegnato di più?
“Sono tanti e tutti molto preparati. Direi oggi che Centioni e Punzi sono quelli che mi hanno insegnato di più e che mi hanno permesso di fare progressi”.

di Sergio Toraldo