Tivoli – Petizione online: “No alla gestione privata della Rocca Pia”

08 / 03 / 2019

Su change.org è presente la petizione “La Rocca Pia è anche mia”. Una raccolta firme arrivata in seguito alle dichiarazioni dell’Amministrazione Comunale che in seguito alla riunione della Giunta dello scorso 20 febbraio affermava: “La Giunta comunale ha approvato la deliberazione che dà mandato al Sindaco Giuseppe Proietti di “intraprendere rapporti con il Fondo ambiente italiano (Fai) al fine di concordare la stipula di un accordo per definire le linee strategiche e gli obiettivi comuni di valorizzazione dell’immobile denominato Torrione o Rocca Pia Santa Croce”.

“Un percorso che – secondo il sindaco Giuseppe Proietti – rappresenta un’altra tappa fondamentale per la valorizzazione del patrimonio della nostra città oltre ad avere due siti Unesco, Tivoli sarà tra le pochissime città italiane ad avere ben due beni gestiti dal FAI e ciò comporterà certamente benefici anche al turismo e al suo indotto. I circuiti turistici tradizionalmente attivati dal Fai potranno avvalersi della direttrice che, collegando la Rocca Pia alla Villa Gregoriana (che nel 2018 ha contato oltre settantamila ingressi di non residenti), porterà decine di migliaia di persone motivate ad attraversare a piedi il centro cittadino, con le conseguenti ricadute sulle attività turistico-commerciali più diverse”.

La petizione popolare è nata – si legge sulla pagina di change.org – perché:

“I sottoindicati Cittadini dicono NO alla gestione privata della ROCCA PIA.
I sottoindicati Cittadini intendono proporre al Comune di Tivoli un confronto basato su:
– Gestione Pubblica del bene
– Individuazione di un Piano Strategico di posizionamento sul Turismo all’interno del quale inserire la gestione Pubblica del bene ROCCA PIA
– Ricerca delle Risorse necessarie a sostenere tale Gestione Pubblica
– Promozione di un Programma di Iniziative e di Interventi capaci di coinvolgere attivamente le Associazioni Culturali del territorio
– Costituzione di Una Fondazione Territoriale per lo sviluppo della Piattaforma TURISMO, CULTURA e Gestione dei BENI ARCHITETTONICI ( Coinvolgendo le Associazioni Territoriali, Le forze Economiche e Sociali, gli operatori del Settore )
– Coinvolgimento Attivo dei Cittadini attraverso l’ascolto e la partecipazione, con relativa e successiva rendicontazione sociale sui risultati raggiunti, sull’intero percorso delineato.

NO alle scorciatoie di chi non ha idee.
Sì alla Progettualità e alla Competenza.
Sì alla Partecipazione Attiva dei Cittadini”.

Qui il link –> alla petizione che prima 15:30 del giorno 8 marzo vede 68 firme.

Ci sarà anche una raccolta firme su carta, ecco le modalità:

il 9 marzo presso Piazza Santa Croce a Tivoli dalle 10:00 alle 12:00;

Tutti i martedì (fino al 24 aprile) presso la pizza del mercato di Tivoli Terme;

tutti i mercoledì (fino al 24 aprile) a Tivoli presso L.go Impastato ;

tutti i giovedì (fino al 24 aprile) a Villa Adriana presso la piazza del mercato.

L’orario è sempre quello compreso tra le 10:00 e le 12:00.