Monterotondo festeggia l’8 marzo con la mostra “La donna nell’arte”

11 / 03 / 2019

Scultura, fotografia e pittura per festeggiare la donna: è stato questo lo spirito della mostra organizzata dalla Galleria Brugiati in collaborazione con il Comune di Monterotondo in occasione dell’8 marzo. Un’esposizione di due giorni che ha attirato decine di visitatori tra curiosi e appassionati d’arte, inaugurata venerdì dai titolari della galleria, Giovanni e Mariagrazia Brugiati alla presenza degli assessori Riccardo Varone e Marianna Valenti, oltre a Paolo Togninelli, direttore del Museo Archeologico territoriale di Monterotondo e responsabile del servizio cultura.
Le 30 opere esposte, tutte appartenenti alla collezione privata di Giovanni e Mariagrazia Brugiati, proponevano un percorso attraverso i secoli per raccontare il ruolo della donna nell’arte: da soggetti sublimi dei ritratti ad autrici in prima persona con la loro forza e intelligenza creativa, ma sempre protagoniste.
Tra i pezzi esposti è stato possibile ammirare anche opere di autori famosi a livello internazionale, i quadri di Rolli e Pascali, le foto di Vanessa Beecroft e di Andres Serrano, le “scatole luminose” di Marco Lodola, e una “luna” dell’eretina Paola Romano.
“Ci auguriamo sia stato un modo diverso per festeggiare la donna e un’occasione per vedere qualcosa di nuovo, difficile da trovare in altri musei o mostre pubbliche” racconta Giovanni Brugiati, collezionista d’arte di 62 anni originario di Monterotondo, che dopo aver vissuto in varie città d’Italia da 2 anni è tornato a casa e insieme alla moglie Mariagrazia ha aperto la Galleria Brugiati. “Speriamo di poter organizzare in futuro iniziative simili, diventando per tutti gli eretini un centro pulsante di arte e cultura in città” ha concluso Giovanni.

di Elena Giovannini