Tivoli Matathon, Bonifaci: ”Al Passatore emozioni da brividi”

30 / 05 / 2019

Lo sport è noto per regalare straordinarie emozioni e la maratona disciplina antichissima (la prima della storia si è, infatti, svolta ad Atene nel lontanissimo 1896) è senza dubbio un mix di sensazioni incredibili, davvero molto coinvolgenti. La conferma arriva da uno degli atleti di punta della Tivoli Marathon, Alessio Bonifaci, che non ha nascosto l’inarrestabile “Voglia di correre e basta. Si corre senza pensieri”.
Quanto a “Il Passatore” ha affermato che “e’ stata una competizione eccezionale, ho ancora i brividi. Si corre di notte fra il silenzio ed i rumori notturni, come lo scorrere di un ruscello oppure le foglie mosse dal vento. Lungo il percorso non mancano gli spettatori, che ti sostengono sempre con grande entusiasmo. E’ uno spettacolo vero. Sono cento chilometri da godersi, perché sono 100 chilometri capaci di regalarti una straordinaria esperienza”, mentre “andare al Gran Sasso è come correre all’interno di una cartolina, anche se il percorso è molto impegnativo dato che si alternano salite e discese. Finora ho partecipato alla maratona di Arezzo, Pescara e poi sarò presente a Roma dove mi concentrerò di più sulla performance agonistica essendo una competizione più veloce, anche se non sarà certamente semplice da affrontare”.
In conclusione, “ad un giovane che desidera intraprendere questa disciplina consiglio di non pensare al cronometro, ma di correre per correre. E’ sufficiente indossare un paio di scarpe per essere un corridore. Non bisogna avere fretta, si corre e basta”.

Fernando Giacomo Isabella