Elezioni Monterotondo, Ballottaggio – Di Ventura: “Con me sindaco una giunta di altissimo profilo”

Il candidato civico Simone Di Ventura sostenuto dal centrodestra, impegnato con Riccardo Varone (centrosinistra) nel turno di ballottaggio di domenica 9 giugno, ha già chiaro il profilo dei suoi collaboratori e dichiara: “Vogliamo assessori preparati e che sappiano fare il loro lavoro. In possesso dei titoli di studio e che abbiano maturato adeguata esperienza nei settori di riferimento. Il criterio della competenza dovrà prevalere, inoltre, nella scelta dei componenti del Cda dell’Apm, l’azienda multiservizi, e dell’istituzione culturale Icm. Un metodo di selezione della migliore classe dirigente che sia basato sul merito, a Monterotondo attualmente sconosciuto. Basta collegarsi al portale del Comune e scorrere i curricula degli assessori delle giunte Alessandri Lupi. Alcuni sono incompleti e contengono solo le informazioni di carattere politico e non invece, come la legge obbliga, i dati relativi alle esperienze lavorative maturate e soprattutto i titoli di studio conseguiti. Un modo di agire volutamente ingannevole per i cittadini, che così vengono privati della possibilità di conoscere le esatte competenze e conoscenze scolastiche di chi si è candidato a ricoprire ruoli importanti all’interno del governo cittadino. Penso che in caso di affermazione del sindaco della sinistra, quei nomi li ritroveremmo nelle stesse caselle. Ai vertici della macchina comunale, in posizioni decisorie delicate, con i medesimi curricula appositamente artefatti in violazione della normativa sulla trasparenza. Questo stato di cose non è più accettabile e deve cessare. Credo – conclude Di Ventura – che i delegati del sindaco nella giunta municipale debbano innanzitutto esprimere le migliori conoscenze tecnico giuridiche. Un assessore ai Lavori pubblici deve ad esempio avere un padronanza professionale del codice degli appalti, per bene esercitare la funzione di indirizzo politico sull’operato del dirigente e degli uffici che la legge gli demanda. Fino a oggi, purtroppo, una classe dirigente inadeguata ha governato il Comune, ingolfando la macchina amministrativa a scapito della qualità dei servizi offerti ai cittadini”.