Elezioni Tivoli – Proietti raddoppia e annuncia: “Continueremo a fare per la città”

L’affluenza per il ballottaggio tra Giuseppe Proietti e Vincenzo Tropiano si è rivelata deludente rispetto al primo turno, dove alle urne l’affluenza toccò un dato del 67,90% mentre oggi, domenica 9 giugno, l’affluenza si è assestata al 44,87%.

Proietti ha vinto con un dato del 65,32% (12.669 voti) mentre il suo rivale candidato a sindaco Vincenzo Tropiano ha raggiunto il 34,68% (6726 voti).

Le prime parole di Proietti dopo la vittoria

 LE PRIME PAROLE DI PROIETTI DOPO LA VITTORIA –  “Quello che siamo riusciti a fare lo abbiamo fatto non soltanto grazie al nostro fare ma grazie anche al fatto di aver assicurato una stabilità che mancava da troppo al governo di questa città (…) continueremo a lavorare per la città. Io ringrazio tutti e tutte voi, le migliaia e migliaia di cittadine e cittadini che ci hanno rinnovato la loro fiducia. Evidentemente la gente poi non si è lasciata lusingare da promesse ma ha guardato alla realtà, alla serietà del nostro impegno perché l’esempio viene prima di tutto. Abbiamo cercato di dare un esempio di serietà, onestà, trasparenza e soprattutto di voler fare anche in contingenze nelle quali abbiamo dovuto fare scelte coraggiose. Domani è soltanto la prosecuzione di oggi, continueremo a fare per la città, per la comunità di persone che vive su questo territorio e per le giovani e i giovani che su questo territorio, volendo, dovranno continuare a vivere. Grazie davvero”.

LE PAROLE DI TROPIANO – Vincenzo Tropiano in un post su Facebook ringrazia per il sostegno e scrive: “Abbiamo posto la prima pietra per creare un’alternativa di governo in questa città. È stato un onore condividere questa battaglia insieme. Desidero esprimere i miei migliori auguri al neo Sindaco Proietti per il governo della città. Saremo da domani a lavoro in opposizione per dare continuità al nostro progetto politico”.

I FESTEGGIAMENTI – Dalla sede, dove Giuseppe Proietti ha ringraziato gli elettori, i festeggiamenti si sono trasferiti in piazza Garibaldi.

 

 

 

.