Sole: benefici ed effetti negativi, ecco Il decalogo per proteggere i bimbi

19 / 06 / 2019

È tempo di vacanze di sole e di mare. La pelle dei bambini è delicata e questo è il momento di proteggerla qualsiasi sia la loro età. Proteggere non vuol dire non far abbronzare il bambini ma adottare degli accorgimenti per prepararli eliminando i raggi negativi del sole e i suoi effetti.  La bruciatura solare oltre al rossore provoca dolore, potrebbe essere pericolosa nei lattanti e nei bambini rilasciando disidratazione, febbre ecc..

Gli effetti del sole possono essere anche positivi per il nostro piccolo infatti hanno un’azione antirachitica grazie al fatto che aumentano la produzione di Vitamina D, hanno un effetto antidepressivo e possono alleviare i sintomi di problematiche della pelle come la dermatite atopica.

Ogni giorno è bene controllare la pelle del bambino, i momenti ideali per farlo sono: il cambio del pannolino, il  bagnetto o quando lo si veste. Se si individua macchie, un neo o un livido è bene farlo subito presente al pediatra o al dermatologo.

Le creme solari giocano un ruolo fondamentale e scegliere quella giusta non è sempre facile. È bene ricordare che: I protettori solari non dovrebbero essere usati sui bambini al di sotto dei 6 mesi. Le creme solari nei bimbi devono essere anche idratanti e senza alcol. Meglio scegliere un prodotto senza profumo per non attrarre gli insetti. Il solare va spalmato in maniera uniforme su tutto il corpo e va applicato ogni due ore circa.

 

Decalogo per proteggere i bambini al sole

I dieci consigli della “Skin Cancer Foundation” per proteggere dal sole la pelle del bambino

  1. Tenete i neonati e i bambini piccoli al riparo dal sole quanto più è possibile durante il primo anno della loro vita, una scottatura in un bambino piccolo può essere molto seria.
  2. Controllate l’orario. I raggi solari sono più intensi tra le 10 e le 14 (11 e le 15 con orario legale).
  3. Coprite il bambino ad alto rischio, con carnagione chiara, capelli biondi rossi e occhi chiari, con un cappello, una maglietta a maniche lunghe e pantaloni lunghi. Usate tessuti a trama fitta e a doppio strato quando possibile. Per i neonati usate una carrozzina con capotte , mentre per un bambino più grande usate un passeggino con un ombrellino.
  4. Usate un filtro solare. Le sostanze che filtrano i raggi solari dannosi sono un elemento importante nel programma di protezione. Più alto è il fattore di protezione, maggiore è la garanzia offerta.
  5. Fate attenzione alle luci riflesse; molte superfici, come sabbia, cemento, neve, possono riflettere radiazioni nocive. Anche il sedersi all’ombra o sotto l’ombrellone non garantisce una protezione, lo stesso vale per le giornate nuvolose, quando l’80% delle radiazioni solari raggiungono la terra.
  6. Fate attenzione specialmente a certe altitudini e latitudini. Dai 300 metri sul livello del mare in su, la radiazione aumenta del 4 o 5%, e quanto più vicini si è all’equatore, tanto più forti sono i raggi solari.
  7. Evitate l’abbronzatura artificiale compresi i lettini solari, le lampade, i riflettori. Le radiazioni emesse da queste sorgenti luminose, sia raggi ultravioletti A che B, possono essere pericolose e il motto che esse “sono più sicure del sole” è falso. L’uso di pillole abbronzanti non è raccomandato a causa degli effetti collaterali tossici che sono stati attribuiti ad alcuni dei loro ingredienti.
  8. Non mescolare il sole con alcuni farmaci. La fotosensibilità, caratterizzata da esantemi, arrossamento e/o gonfiore, può essere l’effetto collaterale di alcuni farmaci. Consultate il vostro medico o il farmacista.
  9. Esaminate la pelle del vostro bambino regolarmente, come la vostra. Cercate ogni escrescenza che sia comparsa, macchie che danno prurito, lividi, cambiamenti dei nei o macchie cutanee. Il cancro della pelle è estremamente raro nei bambini e poco comune negli adolescenti. Tuttavia, la preoccupazione e la cura per la salute della pelle deve essere appresa fin dall’infanzia.
  10. Date esempio al vostro bambino. I principi qui sottolineati devono essere applicati a persone di tutte le età. Usate queste semplici misure per proteggere la vostra pelle e sicuramente il vostro bambino adotterà più facilmente l’abitudine di proteggere la sua pelle dal sole.