L’empatia: Sintonizzarsi sulle emozioni altrui? Troppo impegnativo

09 / 07 / 2019

Che cos’è l’empatia? è la capacità di comprendere appieno lo stato d’animo altrui, sia che si tratti di gioia, che di dolore. Capire i sentimenti degli altri riconoscendoli come fossero propri, è una caratteristica della comunicazione interpersonale. È una sensibilità che viene meno in alcune condizioni psicopatologiche, come i disturbi della personalità, ed è per questo che viene studiata approfonditamente.

Calarsi nei panni dell’altro richiede uno sforzo notevole, è troppo impegnativo,  per questo si rinuncia ad indossare i panni degli altri. È questo che è emerso da uno degli ultimi studi pubblicati  sul Journal of Experimental Psychology: General 

L’esperimento: sono stati effettuati test su 1200 persone, Tali persone sono state messe difronte a due mazzi di carte con raffigurati dei rifugiati. I Test dovevano scegliere la carta da uno dei due mazzi. Chi sceglieva da un mazzo doveva descrivere ciò vedeva, chi sceglieva l’altro doveva calarsi nei panni della figura che vedeva (talvolta anche sorridente)  e descrivere ciò che provava. Risulta che il 65% delle persone ha scelto di non calarsi nei panni di nessuno.

Si evince da questo studio che è più facile provare indifferenza per gli altri, è più semplice limitarsi a descrivere un fatto una figura piuttosto che immedesimarsi nella figura stessa. Uno studio che fa riflettere. Vale la pena ricordare che l’empatia è una delle basi per vivere bene insieme. Ascoltare è uno dei primi passi per entrare in sintonia con chi abbiamo di fronte.

L’attenzione per gli altri non nasce dall’attenzione che riserviamo a noi stessi e di conseguenza se non stiamo con gli altri non potremmo mai stare bene con noi stessi