Delegazioni Villanova-Montecelio, il punto prima della manifestazione del 17 luglio

L’attenzione sulla chiusura delle delegazioni di Villanova e Montecelio resta alta. E’ il portavoce del comitato popolare di Villanova Luigino Marozzi a spiegare: “L’ufficio di Villanova aveva quattro dipendenti e con il suo continuo depotenziamento siamo arrivati alla chiusura della stessa poiché il servizio Anagrafe con i suoi dipendenti è stato trasferito a Guidonia e a Villanova è rimasta una sola dipendente che lavorava in condizioni disumane.
Questa Amministrazione ci deve dire una volta per tutte con chiarezza quali delegazioni intende chiudere e noi promuoviamo iniziative a sostegno dei cittadini. L’attuale dipendente rimasta a Villanova è stata diversi giorni in malattia conseguenza della grande mole di lavoro che una frazione primaria del nostro comune esprime e a cui va il nostro sostegno morale e sentito ringraziamento. Oggi la citata dipendente risulta essere presente al lavoro con la delegazione chiusa a svolgere un corso di aggiornamento sul programma operativo comunale modificato di recente. La dipendente domani si recherà nella Delegazione di Villalba a svolgere il proprio lavoro insieme ad altri dipendenti e Villanova chiusa in quanto da sola non riesce ad espletare il proprio servizio. Caro Sindaco, ci dovrebbe dire con estrema urgenza la volontà politica di questa Amministrazione se è quella di chiudere Villanova allora il 17 luglio faremo una grande manifestazione a sostegno dell’apertura delle nostre delegazioni e continueremo a manifestare perché i servizi essenziali per i nostri cittadini non si devono toccare, soprattutto per gli anziani e le persone diversamente abili quindi fasce deboli”.

Per quanto riguarda Montecelio a parlare è il portavoce del comitato popolare locale Filippo Silvi: “Bisogna riaprire la delegazione già chiusa da tempo e quindi chiediamo l’abolizione della famosa determina di chiusura. Qualora ciò non avvenisse manifestiamo il 17 p.v. insieme ai cittadini di Villanova e continueremo la nostra battaglia sempre con loro contro questa Amministrazione per una decisione che noi, come Villanova, non condividiamo per il rispetto dei nostri cittadini. Infine chiediamo con forza una risposta sulle due delegazioni perché i nostri cittadini la meritano altrimenti continueremo la nostra battaglia politica contro questa Amministrazione”.

07-07-2019

09-07-2019