Fonte Nuova e Monterotondo – Due arresti e due denunce nelle ultime ore

Solo nell’ultimo fine settimana i carabinieri hanno arrestato due persone e denunciato altre due a Monterotondo e Fonte Nuova in diverse operazioni sul territorio.

FONTE NUOVA – I carabinieri della stazione di Mentana, in esecuzione di ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal Tribunale di Roma, hanno arrestato un 29enne per aver violato l’obbligo di dimora. L’uomo, che aveva precedenti penali, è stato riconosciuto come il responsabile di un episodio di spaccio dello scorso 30 marzo a Monterotondo. Ora si trova ai domiciliari, presso la sua abitazione.

TOR LUPARA – Sempre i carabinieri della stazione di Mentana hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Tivoli, per il il reato di maltrattamenti in famiglia ed estorsione. Il 36enne di Tor Lupara, a seguito delle indagini e della denuncia presentata dai genitori, è stato ritenuto responsabile di vari e ripetuti atti di sopraffazione fisica e morale, nonché di continue vessazioni e minacce finalizzate alla consegna di denaro, avvenute agli inizi del 2019, in danno dei genitori conviventi. L’uomo, era già detenuto presso il carcere di Roma Rebibbia in quanto coinvolto nella recente operazione “New Generation”. L’attività dei Carabinieri si innesta in un più ampio progetto di tutela delle vittime vulnerabili organizzato dalla Procura della Repubblica di Tivoli, ove opera da tempo un pool di magistrati specializzati nei reati di violenza di genere.

MONTEROTONDO – Nel corso dei controlli al centro storico di Monterotondo, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato un 27enne trovato in possesso di 13,5 grammi di hashish. I militari hanno controllato anche l’applicazione delle ordinanze sindacali inerenti la somministrazione di alcolici, l’occupazione del suolo pubblico e gli orari di chiusura. I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Monterotondo hanno denunciato un 44enne del posto per guida in stato di ebbreza, poiché sorpreso alla guida della propria autovettura con un tasso alcolemico pari a 1,00 G/L. All’uomo è stata ritirata la patente e la sua auto è stata sequestrata.