Marcellina – Critica sindaco e vice, rimosso il Presidente del Centro Anziani

24 / 07 / 2019

Doveva essere una grande festa aperta anche ai “nonni” dei Comuni limitrofi, invece si sarebbe trasformata in un vero e proprio comizio contro l’amministrazione comunale, “Sindaco e vice sono vergognosi, dobbiamo mandarli a casa” avrebbe tuonato dal palco col microfono in mano il Presidente del Centro anziani di Marcellina, il 76enne Enrico Alessandrini. Lo sfogo gli è costato la rimozione dalla carica ottenuta a maggio del 2017 coi voti di decine di iscritti al circolo della Terza Età di via Tolmino. Il motivo dello sfogo? Un lampione rotto e la conseguente scarsa illuminazione all’interno del giardino del centro, dove il 29 giugno scorso aveva organizzato la prima serata estiva per soci e non. Un lampione, che Alessandrini aveva segnalato all’amministrazione, per la riparazione del quale il sindaco aveva incaricato la ditta appaltatrice. Perché non è stato ripristinato? “Perché gli operai hanno trovato il cancello chiuso” spiega il Primo Cittadino Alessandro Lundini. In un paese come Marcellina è difficile rintracciare il presidente che è in possesso di una copia delle chiavi? E il Comune, proprietario del Centro Anziani, non ha la chiave originale? Mistero, fatto sta che il 16 luglio Lundini col Decreto numero 9 ha defenestrato Alessandrini. “Chi rappresenta un organo comunale – ha detto il sindaco – non può parlare male dell’Amministrazione”.

Tutto l’approfondimento completo su Tiburno del 23 luglio 2019 in edicola