GUIDONIA – Torna la “Sagra delle Pinciarelle”

13 / 08 / 2019

E’ uno di quegli eventi entrato a far parte della tradizione cittadina, un momento di socialità, spensieratezza e divertimento, l’occasione per assaporare i sapori dei prodotti tipici. Torna la “Sagra delle Pinciarelle”. Venerdì 30 e sabato 31 agosto e domenica primo settembre appuntamenti imperdibili per i buongustai di tutto l’hinterland con la 23esima edizione di un’iniziativa organizzata dall’associazione culturale “Sapori & Folklore” presieduta da Marco Genuini in collaborazione con la Pro Loco di Guidonia diretta dal presidente Antonio Vitale e dal vice Walter Trapani, col patrocinio dell’amministrazione comunale. Stavolta l’evento non si terrà a Montecelio, ma presso il Frantoio di via Romana 85, a Guidonia. Sette i quintali di pinciarelle realizzate dal laboratorio di pasta fresca “Mattarello d’Oro” di Palombara Sabina, una pasta a base di farina di grano duro e acqua, condita da un soffritto di pomodori, cipolle con olio e peperoncino, carote, sedano e basilico. Diecimila spiedini di pecora, 600 salsicce, panini con prosciutto e porchetta, birra e vini a fiumi. Tra i fornelli, la brace e gli stand, almeno 40 volontari dell’associazione culturale “Sapori & Folklore”, tra cui Alessandro Lanciani, Simone Lamura, Luigi Fedeli e Carlo Pirro che nel 1994 insieme a Maurizio Massucci e Luigino Marcelli inventarono la Sagra per pagare una multa di 5 milioni di vecchie lire relativa alla lottera di una festa comandata. Un’idea risultata vincente nel tempo. Venerdì e sabato l’appuntamento è alle ore 19, mentre domenica si inizia a mezzogiorno e si mangia fino a mezzanotte, tutte e tre le giornate saranno allietate dalla musica di “Gianni Show”. “Ringraziamo – commentano gli organizzatori – l’assessore alla Cultura Elisa Strani per il patrocinio e il geometra Stefano De Angelis. Un grazie anche a Sara De Bonis e Marco Rendine per le locandine e le foto e a Fabio Fantauzzi per la comunicazione sui Social”.